Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

«Massa sempre più povera e spenta a causa delle scelte di questa amministrazione»

Più informazioni su

MASSA – “L’azione amministrativa del sindaco Persiani fino ad ora è andata avanti per forza di inerzia. La spinta iniziale si sta esaurendo e si cominciano a vedere i risultati; l’economia ristagna, la città non ha più la sua anima e giorno dopo giorno perde la sua identità. A dirlo non siamo noi del circolo Massa centro, ma le immagini della città”. Esordisce così in una nota il circolo Pd di Massa centro e tribunale.

“La totale paralisi dei percorsi per le opere di riqualificazione del territorio; l’accordo di programma per le bonifiche, la messa in sicurezza idraulica della parte finale del Frigido. Queste scelte condannano alla paralisi per chissà quanti anni tutto il comprensorio. Questi sono i fatti incontestabili che certificano l’ inadeguatezza di questa amministrazione. Una classe dirigente priva di una visione di città che utilizza il suo potere per occupare posti dirigenziali si esaurisce in guerre intestine tra fazioni e sostituzoni degli assessori in giunta e ci si dimentica che c’è una comunità da amministrare. Intanto la città è sempre più povera e sporca, cumuli di rifiuti la caratterizzano e non si riesce ad arginare una situazione al limite dell’emergenza, come dimostrano le piazzole dei cassonetti per la raccolta dei rifiuti diventate vere e proprie discariche. Il disservizio è più che evidente che da un lato è originato dall’incapacità della direzione politica di Asmiu, e di chi ha deciso di interrompere tutti i rapporti con le associazioni e cooperative che svolgevano funzioni importanti per allegerire il carico di lavoro ai lavoratori. Basta pensare all’importante lavoro che svolgeva la cooperativa Ape Carica con il riciclo di oggetti, mobili e qualsiasi merce usata che adesso finisce tutta per strada accanto ai cassonetti. La tanto decantata manovra per asfaltare le strade è ridotta a qualche sporadico intervento mentre tutto il resto delle strade è una groviera, a tratti inaccessibile, pericoloso addirittura per l’incolumità dei passanti. La città è deflorata dalla sciatteria con cui si eseguono i lavori, basta vedere come sono realizzati i marciapiedi lungo via Carducci e gli interventi alla piazza della stazione per rendersi conto della loro qualità. Sulle politiche per contrastare la diffusione del Covid si chiudono totalmente occhi su quello che accade la sera con la movida, assembramenti nei pressi dei locali e nelle piazze sono fuori controllo (emblematico il caso di piazza Garibaldi).

Di fronte a queste evidenze non si può più sottacere – conclude il Circolo – Ci angoscia vedere la nostra città in questo stato in cui l’ha portata questa amministrazione, un centro storico di gran lunga peggiorato rispetto a come l’aveva lasciata la scorsa amministrazione!”

Più informazioni su