LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Bernardi e Pieruccini (Lega): «Finti giornalisti, allarmismo gratuito deve essere sanzionato»

“Il presidente di Nausicaa Luca Cimino sull’ex consigliere dei cittadini Flavio Franciosi ha frainteso? E che cosa? Chi ha indotto il presidente Cimino a travisare i fatti e dichiarare denunce penali e usurpazione di titoli professionali e fare una figura meschina sulla stampa, accusando a vanvera un cittadino che è impegnato da sempre a segnalare ciò che non funziona sul territorio?”. Con queste parole esordisce in una nota il consigliere Massimiliano Bernardi di “Alternativa per Carrara” in merito alla vicenda dei presunti “finti giornalisti” fuori dal centro estivo di Marina. “Un fraintendimento dai lati gravi e oscuri che il Cimino dichiara oggi di voler chiarire di persona, in modo cordiale e pacato, con la responsabile del Centro di Via Bassagrande. Ciò che è accaduto è gravissimo, in quanto una dipendente che si è comportata in modo tale da creare un “allarmismo gratuito” per le famiglie, dovrebbe essere sottoposta almeno alla sanzione del rimprovero verbale, se non addirittura ad un procedimento disciplinare”.

Si associa alla critica anche l’amico Nicola Pieruccini, commissario Lega Carrara Salvini Premier, al quale risulta sconcertante e inaccettabile l’accaduto, con conseguenze gravemente negative per il prestigio e per l’autorevolezza di Nausicaa in merito all’atteggiamento superficiale del Presidente Luca Cimino. “C’è da chiedersi quanto dovremo attendere un chiarimento da parte della coordinatrice del Centro Estivo riguardo al caso e nel contempo comprendiamo le difficoltà del vicesindaco nel fare chiarezza sul caso, visto il grado di parentela, ma alla luce del disagio provocato alle famiglie dei minori frequentanti, potrebbe sforzarsi anche fino al punto di entrare in rotta di collisione con il suo fedele amico Cimino, per la sconveniente scelta effettuata di denunciare ciò che non era vero”.