LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Ponte crollato, tra «pochissimi giorni» via ai cantieri per le rampe sulla A15

Si è svolta all’Anas la conferenza dei servizi. Intanto la ministra De Micheli Fa sapere che arriverà in città a fine mese. Il commissario Rossi scrive ai ministri di Ambiente e Infrastrutture

AULLA – Come da programma, ieri, martedì, si è svolta la Conferenza dei Servizi presso l’Anas dedicata alla costruzione delle rampe sulla A15, la soluzione provvisoria per sopperire all’assenza del ponte di Albiano Magra (Aulla, Massa-Carrara) crollato l’8 aprile scorso.

Per il Comune di Aulla erano presenti il sindaco Roberto Valettini e il dirigente ai Lavori Pubblici Andrea Donati. «Tutti gli enti partecipanti – ha fatto sapere Palazzo civico – hanno espresso le proprie prescrizioni e l’inizio dei lavori per il via ai cantieri sarà tra pochissimi giorni. È già stata effettuata richiesta di parere competente al Consiglio Superiore per i Lavori Pubblici, procedura seguita personalmente dal commissario Enrico Rossi».

Inoltre, la notizia che il primo cittadino aullese ha ricevuto direttamente dal ministro della Infrastrutture Paola De Micheli, che il membro del governo sarà in città il 25 o il 28 agosto.

Rossi scrive a ministri Ambiente e Infrastrutture

Due lettere – una al ministro dell’ambiente e l’altra al ministro delle infrastrutture e al presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici – per chiedere che “in via d’urgenza e nello stretto tempo tecnico necessario” sia effettuata la valutazione di impatto ambientale e sia predisposto il parere del Consiglio superiore sul progetto predisposto da Anas in relazione al crollo del ponte di Albiano Magra.

Questo quanto il presidente della Regione Toscana, in qualità di commissario per la ricostruzione, ha inviato nella giornata di oggi. Con le due lettere il commissario segnala che Anas, soggetto attuatore dell’intervento, ha redatto il progetto definitivo per realizzare le rampe autostradali che, con uno svincolo provvisorio sull’A15 di collegamento alla SS30, permetteranno di ripristinare i collegamenti stradali.

Per approvare il progetto e dar corso ai lavori si deve ora acquisire la valutazione di assoggettabilità a Via di competenza del ministero dell’ambiente (per la quale si può prevedere il dimezzamento dei termini del procedimento) e il parere del Consiglio superiore dei lavori pubblici.