LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Ausl Toscana Nord Ovest, i 15 nuovi volti (con mascherina) del Servizio Civile foto

È partita nelle scorse settimane l’avventura dei 15 giovani selezionati dall’Azienda USL Toscana nord ovest per il progetto di servizio civile presentato per il territorio della Versilia dal titolo “Abbracciamoci”.

MASSA-CARRARA – È partita nelle scorse settimane l’avventura dei 15 giovani selezionati dall’Azienda USL Toscana nord ovest per il progetto di servizio civile presentato per il territorio della Versilia dal titolo “Abbracciamoci”.

“I volontari – spiega Rossana Guerrini, responsabile aziendale del servizio civile – debitamente informati, hanno iniziato il percorso formativo che gli consentirà, per i prossimi 12 mesi, di essere attori veri e propri del nostro sistema sanitario con occupazioni prevalenti nell’ambito dell’accoglienza e dell’accompagnamento all’utenza, soprattutto per le categorie fragili come anziani o disabili, facilitando la fruizione dei molteplici percorsi. Diventeranno delle vere e proprie “guide sanitarie” che sapranno condurre gli utenti nei percorsi, talvolta complessi, delle prestazioni offerte all’interno delle strutture aziendali. A loro, inoltre, anche il compito di promuovere le tante possibilità offerte dalla “smart sanità”, ovvero quei servizi fruibili comodamente da casa tramite computer o app sugli smartphone, facilitando la vita ai cittadini e alleggerendo la pressione sugli sportelli in questa fase fortemente condizionata delle norme anti Covid”.

Il servizio civile universale opera nel rispetto dei principi della solidarietà, della partecipazione, dell’inclusione e dell’utilità sociale nei servizi resi, anche a vantaggio di un potenziamento dell’occupazione giovanile. Ha una durata complessiva di 12 mesi durante la quale i giovani sono retribuiti con un assegno mensile pari a 440 euro.

I progetti presenti dall’Azienda USL Toscana nord ovest prevedono un impegno di 25 ore settimanali da effettuarsi nell’arco di cinque giorni, con obbligo da parte del volontario di partecipare alla formazione generale e specifica.

Ecco nel dettaglio i nomi dei volontari del servizio civile, le sedi di assegnazione e i nomi degli operatori locali di progetto.

Elettra D’Aquino e Filippo Maccari sono in servizio alla Casa della salute di Carrara ed hanno come Olp Raffaella Tempesti.

Al presidio distrettuale di Avenza sono in servizio Chiara Centofanti, Lara Liseth Johana Leon e Asya Stefanini, che hanno come Olp Mariella Polselli.

Due i gruppi assegnati in servizio all’ospedale Apuane: Rosanna Bogazzi, Danilo Ceragioli e Mattia Conti hanno come Olp Alessia Gennazzetti, mentre Laryssa Peres Fabbri, Alessia Tomassini, Pietro Torri hanno come Olp Patrizia Berti.

Anna Felicetti, Aurora Magnani e Selene Paduano prestano il proprio servizio civile al presidio distrettuale Bassa Tambura, ed hanno come Olp Carla Aliboni.

Infine, Davide Tognoni è assegnato al Servizio Tossicodipendenze e ha come Olp Alessandra Federigi.