LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Movida selvaggia, De Pasquale incontra il Commissariato: «Solo insieme possiamo correggere un trend pericoloso»

Il sindaco di Carrara ha incontrato il dirigente Manganaro: «Nel corso delle ultime settimane sono state comminate diverse denunce, misure cautelari e sanzioni a carico di giovanissimi»

CARRARA – Nell’ambito delle consuete interlocuzioni con le forze dell’ordine, il sindaco di Carrara Francesco De Pasquale ha incontrato il dirigente della Polizia di Stato di Carrara Daniele Manganaro arrivato da poche settimane alla guida del locale Commissariato. L’appuntamento era stato concordato da giorni per affrontare, in particolare, il tema dei problemi legati alla “movida”: un argomento che preoccupa molto l’amministrazione comunale come confermano le cronache dedicate ai gravi episodi che si registrano soprattutto il fine settimana.

Innanzitutto, il primo cittadino ha ringraziato sentitamente il dirigente Manganaro per il lavoro che sta portando avanti con il personale della Polizia di Stato e in collaborazione con le altre Forze dell’Ordine su mandato della Prefettura e della Questura. «Grazie a questo impegno, nel corso delle ultime settimane sono state comminate diverse denunce, misure cautelari e sanzioni a carico di giovanissimi che si erano resi protagonisti di risse e atti di vandalismo. Si tratta di comportamenti gravi che mettono a rischio la sicurezza dell’intera cittadinanza e che per questo sono giustamente puniti con provvedimenti severi» ha sottolineato il primo cittadino.

Da ormai qualche tempo i controlli nella “zona della movida” sono stati rafforzati, con una intensificazione della presenza delle forze dell’ordine soprattutto nei fine settimana. «Perché tutto questo impegno sia efficace, e per scongiurare misure ancora più severe che andrebbero a ricadere anche sulle attività commerciali e della ristorazione, rilancio l’appello che ha già rivolto il dottor Manganaro affinché tutta la cittadinanza sia collaborativa: dai residenti ai negozianti, chiunque assista a comportamenti violenti, pericolosi o comunque illeciti, sporga denuncia alle forze dell’ordine. Solo così – ha concluso De Pasquale – potremo tutti insieme contribuire a correggere un trend che, al di là dei risvolti sull’ordine pubblico, rischia di compromettere seriamente il futuro di alcuni nostri giovani».