LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

I democratici: «Una querela per arginare l’eccesso del dibattito politico»

Video conferenza del Pd per commentare l'espressione utilizzata dal consigliere Alessandro Amorese e la mancata condanna delle sue parole da parte del sindaco Francesco Persiani.

Più informazioni su

Conferenza stampa via Skype del Partito Democratico di Massa per contestare le parole utilizzate dal consigliere comunale Alessandro Amorese, in riferimento al flash mob che si è tenuto domenica fuori dal parco acquatico di Marina di Massa, al quale hanno partecipato anche Giacomo Bugliani, consigliere regionale uscente, e Gabriele Carioli, consigliere comunale.
Di quella brutta espressione, “pedofilia politica”, i democratici hanno provato a parlare lunedì in occasione delle comunicazioni che anticipano i lavori del consiglio. E la conseguente mancata condanna da parte del sindaco Francesco Persiani avrebbe provocato la loro uscita dall’aula. Lo stesso sindaco, però, a consiglio terminato, ha accusato il Pd di aver abbandonato l’aula così da non prendere atto dei risultati positivi registrati nel bilancio del 2019.
Una dinamica inaccettabile, secondo Norberto Riccardi, segretario comunale del Pd, che in quelle affermazioni vede “tutti i limiti” del sindaco. Quell’espressione, “pedofilo politico” per Riccardi sarebbe “un’aberrazione che infama il destinatario della peggiore delle condotte”. “Non è che aggiungendo l’aggettivo politico – spiega il consigliere Alessandro Volpi – possa venire meno il contenuto dell’accusa”.
Un’accusa non è destinata a restare unicamente oggetto di un post e di un dibattito mediatico. In proposito, il consigliere regionale Giacomo Bugliani, con l’intenzione di “fare ad argine” a quello che definisce un “eccesso del dibattito politico”, presenterà infatti una querela.
“Credo che il linguaggio utilizzato trascenda i limiti della dialettica politica – dice Bugliani – Se continuiamo a lasciare impuniti certi comportamenti non potremo garantire nessun progresso della politica e della società”.
Presente alla video conferenza anche l’eurodeputata Simona Bonafè che è entrata inoltre nel merito politico dell’operato dell’amministrazione: “Dati ala mano, il giudizio politico di questa amministrazione è fallimentare”, ha affermato Bonafè. Al suo commento si affianca quello di Alessandro Volpi: “Non vedo perché fuggire da una serie di dati che confermano quanto abbiamo sempre detto. Il bilancio consegnato a questa amministrazione vantava 9 milioni di liquidità di cassa. Un bilancio virtuoso. L’incremento registrato nel 2019 è frutto di provvedimenti presi in precedenza”.

foto di repertorio

Più informazioni su