LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Monoblocco: Rossi non ci sarà, l’inaugurazione salta. Si accendono le polemiche

Rinviata la cerimonia di taglio del nastro del reparto di cure intermedie al centro "A. Sicari" che sarà comunque operativo. Il sindaco di Massa Persiani: «Avrei voluto discutere col governatore della situazione dei 108 lavoratori Cup»

Doveva essere domani, sabato 27 giugno, la giornata di inaugurazione del nuovo reparto di cure intermedie del Monoblocco del centro polispecialistico “Achille Sicari” di Carrara. L’assenza del presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, e dell’assessore alla sanità, Stefania Saccardi, però ha indotto l’Asl Toscana Nord Ovest a rinviare il taglio del nastro «per impegni non rimandabili delle cariche istituzionali invitate». «Il reparto – ha aggiunto l’azienda sanitaria – comincerà ugualmente ad essere operativo e sarà presentato appena possibile». Del nuovo reparto avevamo parlato qui.

Nelle scorse ore l’assenza di Rossi aveva già iniziato a girare e questo ha riacceso le polemiche sulla questione dei lavoratori dei Cup, in protesta da settimane per chiedere stabilità. È stato il sindaco di Massa, Francesco Persiani, a intervenire con un post molto duro su Facebook indirizzato al governatore: «Ho saputo da poco fa – ha scritto il primo cittadino – che domani il presidente della Regione Rossi e l’assessore alla Sanità Saccardi non presenzieranno all’inaugurazione dell’Ospedale di Carrara. Peccato, avrei voluto con loro discutere della situazione dei 108 dipendenti del Cup che stanno rischiando il posto di lavoro e dei disagi che stanno vivendo tutti i cittadini a causa di questa sacrosanta battaglia per il lavoro. Avrei chiesto a Rossi e alla Saccardi un deciso impegno a risolvere positivamente questa vertenza (l’ennesima del territorio)».

«Purtroppo – ha aggiunto Persiani – ci hanno comunicato di avere altri impegni. Sappiano però che non ho intenzione di demordere o di abbassare la guardia, a difesa del diritto di accesso alla sanità e del diritto ad avere un lavoro stabile e dignitoso e pertanto rimango a fianco dei lavoratori del Cup e delle loro famiglie. Di fronte a queste problematiche non c’è impegno che tenga».

FRATELLI D’ITALIA: «MASSIMA SOLIDARIETÀ AI LAVORATORI CUP»
Fratelli d’Italia di Massa-Carrara, vuole manifestare la massima solidarietà ai lavoratori del Cup che stanno lottando per il mantenimento del loro posto di lavoro. L’occasione di domani sarebbe stata favorevole per esprimere, direttamente al presidente Rossi, tutta la preoccupazione che sentiamo per la sorte di questi lavoratori che si battono per il diritto al lavoro e per chiedere a lui ed all’assessore alla Sanità un preciso impegno volto ad un esito favorevole della vertenza.
Purtroppo a causa dell’assenza dei due maggiori responsabili regionali della Sanità questa possibilità di confronto non ci sarà, almeno in questa occasione, ed il fatto che Rossi e Saccardi non vengano in questa terra apuana, che ha già subito tanti schiaffi dalla Sanità regionale, fa capire in quale considerazione sono tenute le rivendicazioni di tutti quei dipendenti che rischiano il posto.
Anche se la salvaguardia del lavoro sembra non essere tra le priorità di Rossi e Saccardi per noi di Fratelli d’Italia questo è un punto fermo e quindi ribadiamo l’impegno a stare sempre al fianco dei lavoratori in lotta per sostenerne le giuste rivendicazioni.