Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Spiaggia libera al pontile, Cella: "Da noi nessuna autorizzazione al restringimento"

Sui social da giorni si discute del tratto di arenile libero di Marina di Massa, tornato solo martedì al suo stato originale.

Sui social da giorni si discute di una spiaggia libera che “abbraccia” il pontile di Marina di Massa. Solo qualche giorno fa, infatti, il lato La Spezia del tratto di arenile appariva come dimezzato nella sua estensione rispetto agli anni passati, e occupato da ombrelloni come quelli del ristorante O Vesuvio.

Martedì, i confini della spiaggia libera sono tornati al proprio stato originale. Ma che cosa è successo a quella spiaggetta?

La domanda sorge spontanea perché sull’albo pretorio, spazio presso il quale le pubbliche amministrazioni affiggono per legge notizie ed avvisi di interesse pubblico per la collettività, di atti amministrativi che spieghino la modifica del perimetro della spiaggia libera al momento non ne risultano.
«Di fatto – commenta la vicenda il vicesindaco di Massa, Andrea Cella – noi dell’amministrazione non abbiamo deliberato ancora nulla sul fronte delle spiagge libere. Chi si è portato avanti – continua Cella – lo ha fatto un po’ così. Domani (oggi per chi legge, ndc) stabiliremo con precisione il da farsi, in occasione della riunione della giunta. Tutte queste sono azioni che dobbiamo normare».

Tra i cittadini più attenti, sui social ci sono anche quelli che riportano articoli giornalistici del 2017, quando l’allora consigliere di minoranza, Stefano Benedetti – oggi presidente del consiglio di Massa – proprio in merito alla spiaggetta sotto il pontile, chiedeva al sindaco Alessandro Volpi di: “Conoscere il motivo per il quale non è stata fatta una gara pubblica per la gestione di tutto il tratto di spiaggia libera comunale e gratuita” e se “non crede che sia necessario ritornare in possesso di tutta la spiaggia rendendola libera e gratuita ai fruitori”. E chissà se oggi abbia cambiato idea.