LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Ponte crollato, Valettini vuole le rampe entro l’inizio delle scuole

Il sindaco di Aulla si appella ad Anas affinché si possa procedere celermente coi lavori: venerdì sopralluogo dei tecnici. Giannarelli: «Via all'iter per il progetto»

Subito i lavori delle rampe affinché siano pronte a settembre per l’inizio delle scuole. Il sindaco di Aulla (Massa-Carrara) Roberto Valettini detta i tempi dopo il via libera alla realizzazione delle infrastrutture che permetteranno ai cittadini di Albiano Magra di raggiungere l’autostrada A15 e ridurre sensibilmente i tempi di percorrenza dopo il crollo del ponte avvenuto lo scorso 8 aprile.

«Il ponte provvisorio sarebbe stato una iattura. Adesso chiediamo ad Anas di iniziare quanto prima il progetto» ha sottolineato Valettini in conferenza stampa a cui hanno preso parte anche il vicesindaco Roberto Cipriani, l’assessore Giada Moretti e il consigliere comunale, albianese, Giovanni Chiodetti. «Le istanze dell’amministrazione comunale sono coincise coi comitati dei residenti di Albiano, siamo stati in perfetta sintonia e questo è stato un elemento che ci ha permesso di lottare insieme e ottenere questo risultato. Già venerdì mattina – annuncia il primo cittadino – i tecnici di Anas saranno sul posto per effettuare le prime valutazioni progettuali». Poi Valettini ha inviato una risposta anche alle istanze della Val di Vara per le rampe anche in A12: «Non siamo contrari, naturalmente, ma oggi l’emergenza è ad Albiano».

«Ad Albiano – ha evidenziato Valettini – abbiamo problemi con scuole, sicurezza, vigili del fuoco e 118. Da ieri abbiamo ottenuto il servizio di assistente sociale e presto, ci ha assicurato la direttrice dell’Asl Maria Letizia Casani, in convenzione con l’Asl 5 della Spezia, ci sarà anche un medico. In questi giorni è in corso un bando per il posto di medico di pronto soccorso ad Albiano». Poi il sindaco ha voluto inviare i suoi ringraziamenti al sottosegretario alle infrastrutture Roberto Traversi «che ha capito l’emergenza recandosi sul posto e ha compreso che le rampe sono la soluzione». «Ringrazio anche il vicesindaco, l’assessore Moretti, gli onorevoli Nardi e Ferri, il consigliere regionale Bugliani e il consigliere comunale Chiodetti. Tutti hanno fatto squadra». «È stata una sinergia perfetta – ha aggiunto Moretti – per raggiungere questo obiettivo».

«Da albianese – ha detto Cipriani – sono soddisfatto per il risultato delle rampe, anticipato nei giorni scorsi dalla riapertura delle Poste. Poi ricordo il trasferimento dell’ufficio anagrafe, l’attivazione del punto prelievi e ieri l’arrivo dell’assistente sociale. Adesso occorrerebbe anche l’automedica, col servizio emergenza 118 siamo messi male. Inoltre – ha evidenziato – ci sono anche situazioni di emergenza psicologica dovuta all’isolamento determinato, da un lato, dall’emergenza coronavirus e, dall’altro, dal crollo del ponte. Gli enti che devono realizzare le rampe facciano in fretta».

LA NOMINA DEL COMMISSARIO E LE SOLUZIONI PER IL NUOVO PONTE
«Finalmente – ha poi aggiunto Valettini – è arrivata anche la nomina del commissario straordinario Enrico Rossi che si dovrà occupare della ricostruzione del ponte. Sono 4 le soluzioni anticipateci da Anas e nei prossimi giorni mi recherò a Firenze per incontrare Rossi e l’ente delle strade. Vogliamo vedere i progetti definitivi quanto prima e ci auguriamo che Anas possa seguire le indicazioni che arriveranno dal territorio». «Rossi non sarà commissario anche per le rampe ma ci auguriamo – ha concluso il sindaco – che anche per la loro costruzione si possano superare le eccessive rigidità del codice degli appalti»

GIANNARELLI (M5S): «INIZIATO L’ITER PER LE RAMPE»
Intanto sull’argomento interviene anche il consigliere regionale del M5s, Giacomo Giannarelli: «Il sottosegretario alle Infrastrutture Traversi ha dato incarico agli uffici del ministero di predisporre gli atti necessari per dare avvio alla costruzione delle rampe provvisorie. Esprimo soddisfazione per il lavoro svolto dal governo nazionale in accordo con Anas e Salt, che conferma la grande attenzione nei confronti del territorio della Lunigiana, di Albiano e di Aulla. Sono molto soddisfatto che in questi due mesi il territorio abbia avuto modo di esprimere le proprie esigenze al Governo, sostenendo la necessità di un ponte nuovo e non provvisorio. Richieste confermate in pieno dal ministero che adesso intanto realizzerà due rampe provvisorie per garantire la continuità del territorio anche in vista della riapertura delle scuole a settembre».