LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

La Bandiera Blu torna a sventolare sul litorale apuano

Vessillo confermato a Marina di Massa e Marina di Carrara. Il sindaco De Pasquale soddisfatto: «Rappresenta una garanzia sulle acque di balneazione e sui servizi a disposizione»

La Bandiera Blu sventolerà anche quest’anno sulla costa apuana: per il terzo anno di fila, infatti, il mare e la riviera di Marina di Carrara e Marina di Massa hanno ottenuto il vessillo della Foundation for enviromental education (Fee), certificato di ‘eccellenza’ che testimonia la qualità delle acque di balneazione ed è garanzia dei servizi offerti ai turisti e di sostenibilità ambientale. Sono oltre 30 i criteri sui quali si basa la decisione della giuria dell’organismo internazionale e vanno dalle spiagge accessibili ai disabili fino alla raccolta differenziata, passando per illuminazione e, ovviamente, una qualità delle acque eccellente che rappresenta la condizione essenziale (ma non sufficiente, da sola) per ottenere la Bandiera Blu.

«Nella nostra proposta programmatica – ha detto il sindaco di Carrara Francesco De Pasquale, recatosi a Roma per ritirare il vessillo, dove ha incontrato il presidente della Fee Italia Claudio Mazza–abbiamo sempre puntato sul turismo. E’ indiscutibile che riconoscimenti come la Bandiera Blu hanno un significato importante per questo settore: il vessillo assegnato dalla Fee è conosciuto e riconosciuto in tutti i paesi del mondo e rappresenta una garanzia sulle acque di balneazione e sui servizi a disposizione. Per aggiudicarsi la bandiera bisogna rispettare tutta una serie di requisiti, ogni anno più stringenti: in primis la qualità delle acque di balneazione certificata dai risultati delle analisi effettuate da Arpat durante tutta la stagione; un requisito questo certamente imprescindibile, che si unisce ad altri, ugualmente importanti, che devono essere soddisfatti, quali l’educazione ambientale e l’informazione, la gestione ambientale, i servizi offerti e la sicurezza» ha ricordato il primo cittadino evidenziando che il conseguimento di questo riconoscimento «è il risultato del lavoro di squadra di più soggetti, dagli operatori balneari alle scuole, dalle aziende di servizi alle associazioni, e non può prescindere dall’impegno di tutti i cittadini».

«Sono consapevole che al di là della Bandiera Blu il lavoro da fare per migliorare le nostre spiagge e il nostro mare sia ancora tanto. Resto però convinto del fatto che l’assegnazione di questo riconoscimento al nostro litorale sia un evento da festeggiare e di cui essere orgogliosi» ha concluso il sindaco, ringraziando i Settori Ambiente e Turismo del Comune, Nausicaa, la Capitaneria di Porto, la Guardia Costiera e le Associazioni dei Balneari.

Per il Comune di Massa, invece, era presente alla cerimonia l’assessore all’ambiente Veronica Ravagli. Nello specifico sul litorale massese le spiagge che hanno ottenuto il vessillo sono Ronchi Levante, Ronchi Ponente, Sinistra Brugiano/Marina Centro/Destra Frigido/Sinistra Frigido, Campeggi/Ricortola/Marina Ponente/Destra Brugiano. A Carrara, invece, le spiagge di Marina di Carrara Centro/Ovest (e cioè dalla Fossa Maestra alla spiaggia libera “idrovora”, vicino al molo di ponente del porto).

Soddisfazione è stata espressa anche dalla Regione Toscana. Il Granducato, infatti, è la seconda Regione in Italia ad aver ottenuto il massimo numero di riconoscimenti. In testa la Liguria con 30.

Le 19 Bandiere Blu, sommandosi alle 11 Bandiere verdi dei Pediatri, assegnate a marzo alle località ideali per il tempo in spiaggia di bambini e genitori e alle 38 Bandiere Arancioni dei borghi toscani, il marchio di turismo ambientale assegnato dal Touring Club Italiano, permettono alla Toscana di primeggiare in Italia in un’ideale graduatoria del turismo ambientale.

Queste le 19 Bandiere Blu, oltre a Marina di Carrara e Marina di Massa: Forte dei Marmi; Pietrasanta; Camaoiore; Viareggio; Marina di Pisa; Cala del Miramare, Rogiolo, De Sale/Roma, Tre Ponti, Rex, Cala Querciella (Livorno); Rosignano Marittimo- Castiglioncello, Vada; Cecina; Bibbona; Castagneto Carducci; San Vincenzo; Piombino; Marciana Marina; Follonica; Castiglione della Pescaia; Marina di Grosseto/Principina a Mare (Grosseto); Monte Argentario.