Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Bonifiche, a Carrara campionamenti in 70 siti privati. Giovedì incontro pubblico

Si terrà in Comune per presentare le indagini ambientali per la caratterizzazione della falda acquifera delle aree Sin e Sir di Massa e Carrara

Più informazioni su

Giovedì 27 settembre, in Comune a Carrara un incontro pubblico per presentare le indagini ambientali per la caratterizzazione della falda acquifera delle aree Sin e Sir di Massa e Carrara. L’appuntamento, aperto a tutti i cittadini e organizzato dall’Amministrazione comunale, è in programma giovedì 27 settembre, alle ore 18.00, presso la Sala di Rappresentanza del Comune, in piazza 2 giugno.

Dopo i saluti e l’introduzione del Sindaco Francesco De Pasquale e dell’Assessore alle Politiche per la tutela dell’Ambiente Sarah Scaletti, gli interventi dei tecnici della Sogesid S.p.A. (Società in house del Ministero dell’Ambiente) e dell’ATI (Associazione Temporanea di Impresa formata da TB Teseco Bonifiche S.r.l.- Palma Services S.r.l- Biochemie Lab S.r.l- Aquale S.p.r.l) incaricata dell’esecuzione delle indagini mediante gara di appalto pubblico.

Il geologo Andrea Carloni (Project Manager Sogesid Spa) e l’ingegnere Giorgio Carrai (Direttore esecuzione del contratto Sogesid Spa) parleranno delle attività previste nell’accordo di programma per la bonifica della falda Sin-Sir di Massa e Carrara, mentre la descrizione delle attività operative di indagine sarà affidata ai geologi Andrea Piccinini (Coordinatore delle attività per conto dell’Ati) e Mauro Croci (Responsabile delle attività del contratto per conto dell’Ati).
L’attuazione dei campionamenti, che permetterà di ricostruire un quadro idrogeologico completo, omogeneo e aggiornato dell’intera area in esame, richiede la collaborazione dei cittadini per permettere l’accesso dei tecnici alle loro proprietà, siano esse aziende o civili abitazioni. I dati acquisiti saranno messi a disposizione della popolazione: le contaminazioni eventualmente riscontrate saranno gestite in un’ottica di area vasta allo scopo di avviare, con le risorse economiche a disposizione pari a circa 18 milioni di euro, l’intervento di bonifica più idoneo. Le attività, che saranno sotto la supervisione della Regione Toscana assieme al Ministero dell’Ambiente e agli altri Enti interessati, tra cui il Comune di Carrara, inizieranno nelle prossime settimane e proseguiranno durante la prossima primavera per sondare la falda in diverse fasi. I prelievi saranno effettuati tra pozzi e piezometri di monitoraggio, con il campionamento delle acque di falda e successive analisi.

Per la riuscita dell’intervento è fondamentale la massima collaborazione di tutti i privati interessati, è il commento dell’Assessore Scaletti: per questo l’Amministrazione ha organizzato l’incontro pubblico che offrirà l’occasione per spiegare a tutta la cittadinanza le modalità del monitoraggio, ma soprattutto le sue finalità, ovvero la realizzazione di un intervento di bonifica atteso da decenni, che servirà a garantire sicurezza e un ambiente più salubre alla popolazione.
Il Comune di Carrara è interessato con 47 aziende e 25 privati che si trovano nelle zone di Murlungo, viale da Verrazzano, Avenza e Nazzano per un totale di una settantina di punti di monitoraggio dove saranno effettuati i campionamenti per l’aggiornamento e il completamento della caratterizzazione della falda soggiacente le aree Sin e Sir di Massa-Carrara.

Le indagini integrative vengono svolte sul territorio del Comune di Carrara nell’ambito dell’accordo di programma siglato a settembre 2016 tra Ministero dell’Ambiente, Regione Toscana, Comuni di Massa e di Carrara, Provincia, Consorzio Zona Industriale Apuana e Camera di Commercio per la prosecuzione degli interventi di bonifica nel Sito di Interesse Nazionale (SIN) e nel Sito di Interesse Regionale (SIR) di Massa e Carrara.

Più informazioni su