Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Waterfront, Roncallo: «A breve i lavori». E sull’ampliamento del porto…

«In corso la gara per il progetto esecutivo del fronte mare». E sullo scalo marittimo: «L'allargamento non inciderà sull'equilibrio costiero. A levante tutta la parte commerciale e a ponente turistico»

Il waterfront e l’ampliamento del porto che, ricordiamolo, sono due cose distinte, sono tra le questioni più dibattute e che più accendono gli animi, non solo a Carrara ma anche a Massa. Sull’argomento interviene la presidente dell’Autorità di Sistema Portuale, Carla Roncallo, che annuncia il completamento delle procedure per il progetto esecutivo dell’interfaccia porto-città.

«È in corso la gara – afferma la presidente – per completare fino al livello esecutivo il progetto di waterfront, in modo da avviarne a breve la realizzazione, grazie anche a ingenti contributi del Ministero delle infrastrutture e della Regione Toscana, che sulla base di un progetto molto bello, già redatto a livello preliminare, hanno creduto nella necessità di riqualificare il fronte mare e di migliorare il rapporto tra città e porto, investendo ingenti somme per pervenire a questo risultato».

Per quanto riguarda l’ampliamento del porto, l’Authority parla di un intervento «modesto e comunque contenuto a ponente della foce del torrente Carrione, che consenta di razionalizzare le funzioni, portando nella parte di levante del porto le attività legate al traffico merci (rinfuse, contenitori, project cargo) e, a ponente, il traffico crocieristico e la nautica da diporto. In questo modo si consentirà finalmente di fornire risposte migliori, in termini di spazi ed infrastrutture, a tutti gli operatori ed alle imprese che contano sul porto per svolgere le loro importanti attività imprenditoriali, anche nel settore cantieristico e diportistico».

«L’ampliamento – aggiunge Roncallo – verrà studiato in maniera da non incidere minimamente in termini negativi sull’equilibrio costiero, come verrà dimostrato in maniera scientifica con studi appropriati – prosegue la presidente – Va da sé che in questa operazione non deve essere trascurato il rapporto porto-città, anche per il contesto di pregio entro il quale il porto di Marina di Carrara si colloca. Se questa strategia potrà essere realizzata fino in fondo e sarà efficace, se questi programmi consentiranno di aumentare il traffico delle merci e dei passeggeri e naturalmente il livello occupazionale, senza trascurare la necessità, sempre più sentita, di riqualificare lo spazio di confine tra porto e città, la nuova governance dell’Autorità di Sistema, avrà semplicemente fatto il suo dovere e raggiunto l’obiettivo che il Governo le ha affidato» conclude Carla Roncallo.