Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

«In lotta contro la disoccupazione» foto

Manifestazione degli ex-operai della Rational. «L'obiettivo è quello di uscire dalle logiche capitaliste e padronali»

Più informazioni su

“Uniti nella lotta, blocchiamo i licenziamenti”. Questa era la scritta che primeggiava sugli striscioni dei partecipanti della manifestazione di oggi pomeriggio. Un centinaio di persone si sono riunite davanti all’ingresso del Nuovo Pignone e hanno sfilato fino all’ex sede della Rational, raccontando le loro vicende con megafoni e slogan per il lavoro.

“Per noi lavoratori non arriveranno risposte dall’alto – ha dichiarato Rinaldo Valenti, ex dipendente della famosa azienda produttrice di lavatrici, incoraggiando i suoi compagni durante il tragitto – Dobbiamo cominciare dal basso, facendoci sentire”. “Alla Rational è in gioco molto più di un posto di lavoro. Gli operai ne sono coscienti e noi appoggiamo il loro percorso – hanno sostenuto i ragazzi di Casa Rossa – Il loro progetto di riconversione della fabbrica mette in campo la possibilità di rompere con le logiche capitaliste e padronali”.

Presenti alla manifestazione anche alcune figure politiche della città. “Siamo qui per difendere un diritto fondamentale – ha affermato Marco Bondielli, candidato sindaco del Partito Comunista – Le amministrazioni devono impegnarsi affinché i lavoratori continuino a svolgere la loro mansione. Se questa situazione dovesse andare avanti non ci saranno più posti di lavoro all’interno delle fabbriche, e questo porterà all’ingresso di alcune grandi catene, le quali assumeranno personale precario. Dobbiamo difendere la nostra zona industriale, non possiamo commercializzare questo settore”.

“Ogni giorno a Massa c’è un problema – ha osservato Andrea Bigioni, candidato con Area 2018 – Richiediamo all’amministrazione, alla Regione e ai deputati della nostra provincia eletti loro scorso 4 marzo, impegno e risultati concreti per la disoccupazione che grava sul nostro territorio”.

Più informazioni su