Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Gli alunni delle medie di Licciana Nardi a pulire la Green Way con Legambiente

Venerdì mattina, nell'ambito dell'iniziativa "puliamo il mondo", 50 ragazzi hanno raccolto i rifiuti sulla Francigena

50 sono stati i ragazzi delle scuole medie di Licciana Nardi che hanno pulito insieme a Legambiente e al Comune la Green Way aderendo alla campagna nazionale “Puliamo il mondo”. Venerdì mattina, infatti, gli alunni armati di pettorina, cappello, guanti e sacchi per la differenziata, hanno raccolto i rifiuti che vengono abbandonati lungo la passeggiata utilizzata da tantissimi pellegrini per percorrere la via Francigena e da altrettanti abitanti lunigianesi per praticare attività fisica.

Anche Conad Superstore Masero di Terrarossa ha contribuito all’iniziativa servendo la merenda a tutti i giovani volontari.

“Fortemente motivati dal Sindaco Belli, insieme all’assessore alla Cultura e alla Pubblica Istruzione Barbara Germi abbiamo deciso di aderire alla campagna nazionale di Legambiente – ha commentato l’assessore all’ambiente Omar Tognini – perché è proprio dai più piccoli e dai più giovani che bisogna partire per creare una comunità responsabile. Inoltre, siamo sicuri che proprio attraverso questa esperienza i ragazzi potranno contribuire a divulgare anche a casa i precetti per mantenere l’ambiente sano e pulito. Nemmeno un mese fa abbiamo ripulito La Fola dai rifiuti lanciati fuori dal finestrino dai passanti e da chi scarica abusivamente, eravamo una trentina di volontari e abbiamo ottenuto risultati eccellenti. Nonostante tutto alcuni “vandali” e incivili siano giorno dopo giorno continuando ad abbandonare nuovamente rifiuti ai bordi della strada ripulita”.

“L’amministrazione Belli, convinta delle proprie iniziative per salvaguardare la tutela dell’ambiente, intende non fare neppure un passo indietro e continuerà la propria battaglia assieme agli organi di Polizia locale, poiché i responsabili vengano prontamente individuati e sanzionati. Il problema rimane alla radice, ovvero educare, ed è quello che abbiamo cercato e cercheremo di fare in sintonia con Legambiente e i nostri ragazzi, ha concluso l’assessore.”