LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Disturbi alimentari, a Pontremoli nasce un centro d’eccellenza

La struttura si avvale della supervisione della dottoressa Laura Dalla Ragione, referente scientifico del Ministero per i DCA

Un centro d’eccellenza per il trattamento dei DCA in Toscana. Il nuovissimo Madre Cabrini a Pontremoli è una realtà che non ha uguali nella nostra Regione, dove rappresenterà un presidio all’avanguardia per il trattamento e la cura dei disturbi del comportamento alimentare, sempre più diffusi sul territorio nazionale. Il centro giunge oggi alla sua seconda settimana d’attività e a breve sarà inaugurato.

Il direttore sanitario della struttura è lo psichiatra e psicoterapeuta dottor Luca di Paolo, la direttrice amministrativa la dottoressa Lucia Belotti. Il centro si avvale della supervisione clinica e scientifica della dottoressa Laura Dalla Ragione, psichiatra e psicoterapeuta, già fondatrice del centro Palazzo Francisci di Todi e referente scientifico del Ministero della Salute per i DCA.

“Madre Cabrini” è una comunità residenziale per persone affette da disturbi dell’alimentazione e del peso (anoressia, bulimia, binge eating disorder e obesità) che necessitano di monitoraggio quotidiano, pasti assistiti e supervisione dopo ogni pasto. Il ricovero, completamente a carico del servizio sanitario nazionale, viene effettuato con valutazione e delibera della Usl di residenza.

L’équipe multidisciplinare è composta da direttore sanitario, psichiatri, psicoterapeuti individuali e familiari, medici nutrizionisti, dietiste, educatori, infermieri, operatori socio-sanitari, arte-terapeuti, fisioterapisti. Il percorso terapeutico comprende attività individuali e di gruppo, terapia nutrizionale e pasti assistiti, valutazione clinica e psichiatrica, valutazione psicologica, terapia dello specchio, interventi di socializzazione o risocializzazione, di sostegno scolastico, incontri con i familiari.

Pratiche modernissime e di comprovata efficacia sono la bioimpedenziometria, che consente la valutazione della composizione corporea, e la “terapia dello specchio”, che permette ai pazienti di superare la dispercezione dell’immagine del corpo.

Soffrire di un disturbo dell’alimentazione sconvolge la vita di una persona, limitando enormemente le sue capacità relazionali, lavorative e sociali. Per il soggetto malato, tutto ruota attorno al cibo e alla paura di ingrassare, al punto da rendere impossibile lo svolgimento delle più comuni attività quotidiane.

I dca sono la malattia dei nostri tempi. Non è esagerato parlare di un’epidemia: in Italia sono oltre 3 milioni di persone a soffritne. Nell’ 85% dei casi si tratta di donne adulte, adolescenti e bambine. Negli ultimi anni il fenomeno si è esteso anche agli uomini (circa il 20%). Oltre l’80% di chi ne soffre è stato vittima di maltrattementi.

Raccomandiamo a chi ne avesse necessità, per se stesso o terzi, di rivolgersi al numero verde S.O.S. disturbi alimentari 800 180969.

La struttura è sita in viale Cabrini 14, 54027 Pontremoli (MS). Per informazioni e contatti: Tel. 0187 833513; Fax. 0187 831375; mail: info@madrecabrinidca.it; sito web: www.madrecabrinidca.it.