LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Con-Vivere, sinergia col mondo della scuola per formare insegnanti e studenti

Protocollo d’intesa fra Fondazione Cassa di risparmio e Ufficio Scolastico Territoriale IX. Prorogata la scadenza del bando per volontari al 7 agosto

CARRARA – Avvicinare i giovani al mondo della cultura, potenziare l’offerta formativa extra scolastica, stimolare il coinvolgimento degli studenti nell’organizzazione del festival Con-vivere di Carrara. Sono tre dei principali obiettivi che stanno alla base del protocollo d’intesa che mette insieme Fondazione Cassa di risparmio di Carrara e Ufficio scolastico provinciale che lavoreranno fianco a fianco, assieme alla Fondazione Progetti Srl, così da rendere la rassegna sempre più coinvolgente e inclusiva per i ragazzi e il personale scolastico.

Il documento, sottoscritto dal presidente Enrico Isoppi e dalla dirigente dell’ufficio scolastico territoriale di Lucca e Massa-Carrara, Donatella Buonriposi, metterà al tavolo le due istituzioni per creare nuove sinergie che avranno lo scopo di valorizzare e promuovere l’offerta culturale proposta dal festival con-vivere, a partire dai docenti che rappresentano il ponte di contatto fra la rassegna e i ragazzi. Per gli stessi insegnanti il festival potrà diventare un’occasione preziosa per momenti di formazione gratuita e accessibile a tutti su temi attuali con esperti e specialisti di livello nazionale e internazionale che potranno essere riconosciuti come ore di formazione.

L’invito verrà rivolto agli Istituti scolastici su tutto il territorio nazionale. Altro elemento chiave per la valorizzazione della proposta culturale del festival é il coinvolgimento  degli studenti delle scuole superiori che già a partire da 16 anni, con il consenso dei genitori, possono partecipare al festival in qualità di ‘volontari’: un’esperienza che costituisce un’occasione per avvicinare i ragazzi a una proposta culturale di alto livello, per far vivere loro il dietro le quinte di un progetto di grande valore culturale, facendoli sentire partecipi e protagonisti. La Fondazione Crc e gli organizzatori del festival si impegnano poi a consegnare agli studenti che parteciperanno come ‘volontari’, fino a un massimo di 200 ragazzi, un attestato di partecipazione. Anche il personale scolastico che seguirà gli incontri del festival potrà richiedere il rilascio dell’attestazione per gli incontri seguiti. Viene così riconosciuto quindi il valore formativo oltre che culturale della rassegna.

Il protocollo troverà attuazione in particolare attraverso un gruppo di lavoro a cui parteciperanno la direttrice del festival, Emanuela Mazzi, e il professor Vincenzo Genovese per conto dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Massa Carrara. Il primo ‘effetto’ di questa nuova intesa si sentirà sin da subito: infatti viene prorogato di una settimana il termine per fare domanda di partecipazione come volontari al festival con-vivere: gli studenti delle scuole superiori potranno presentarla fino all’8 agosto compreso, per indossare le famose ‘magliette arancioni’. Le attività sono di assistenza agli eventi e alle conferenze, supporto nei punti informativi del festival, oppure nelle squadre di assistenza agli eventi del programma collaterale. A ciascun volontario la segreteria assegnerà 2 o 3 turni nell’arco dei 4 giorni del festival scegliendo tra diverse fasce orarie  che all’incirca sono previste dalle 16 alle 20 e dalle 19 alle 23 (per entrambe è previsto il buono pasto). I moduli di richiesta partecipazione sono disponibili sul sito nella pagina dedicata ai volontari e devono essere compilati e inviati entro lunedì primo agosto. La consegna può avvenire via mail (info@con-vivere.it) oppure a mano alla sede della Fondazione Crc a Palazzo Binelli, via Verdi 7 a Carrara.