Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Dal Pnrr 7,6 milioni per la Taliercio. Raggi: «Ora riqualifichiamo il Campo dei Pini» foto

«Con questo risultato chiudiamo un cerchio: tutti i principali interventi sulle scuole che avevamo programmato nel 2018 sono stati finanziati e in qualche caso anche avviati»

CARRARA – L’amministrazione carrarese si è aggiudicata altri 7,6 milioni per l’edilizia scolastica: la buona notizia è arrivata con la pubblicazione della graduatoria dei progetti ammessi a finanziamento nell’ambito dell’avviso pubblico del 2 dicembre 2021 per la “Costruzione di nuove scuole mediante sostituzione di edifici” del Piano nazionale di ripresa e resilienza, finanziato dall’Unione europea – Next Generation EU. L’amministrazione si era candidata con l’intervento di demolizione e ricostruzione in loco della media Taliercio che si è aggiudicato un finanziamento da 7.624.800 euro: «Con questo risultato chiudiamo un cerchio: tutti i principali interventi sulle scuole che avevamo programmato nel 2018 sono stati finanziati e in qualche caso anche avviati. Si tratta di un risultato concreto, di risorse vere che vanno a migliorare la sicurezza e la qualità degli edifici dove i nostri ragazzi trascorrono tante ore della loro giornata. Nel giro di 3-4 anni, Carrara avrà tre scuole nuove di zecca e le altre più accoglienti, efficienti e vivibili» ha spiegato l’assessore alle Opere Pubbliche Andrea Raggi.

Nel corso dei suoi 5 anni di mandato, l’amministrazione ha investito dunque quasi 25 milioni di euro sull’edilizia scolastica: oltre 15 milioni sono stati assegnati dal Pnrr ai progetti per la demolizione e ricostruzione delle scuole Buonarroti (7,1 milioni) e Taliercio, (7,6); 3,5 milioni sono stati destinati direttamente dalle casse del municipio alla riqualificazione della primaria Giromini, attualmente in corso di realizzazione; oltre un milione di euro è andato alla scuola di Fossone dove è già stata completata la realizzazione del nuovo corpo D per 400mila euro e dove sono in corso i lavori da 700 mila euro sui corpi P, G e F; 1 milione di euro è servito per l’efficientamento energetico della primaria Paradiso A, attualmente in corso e 500 mila euro sono stati spesi per la sistemazione del tetto della primaria Marconi, anche questo già terminato. Altri 3 milioni di euro sono stati spesi per opere di manutenzione ordinaria e straordinaria e per interventi “importanti” già completati:  solo per fare qualche esempio sono stati realizzati l’efficientamento e il miglioramento sismico dell’infanzia Giampaoli e del nido Girotondo (640mila euro); la messa in sicurezza strutturale dell’infanzia  Garibaldi di Carrara (150mila euro); gli interventi di miglioramento sismico su primaria Rodari di Avenza (130mila euro), primarie Nardi e Gentili; l’installazione delle nuove caldaie al nido i Cuccioli a Carrara, all’infanzia Marconi a Carrara, alle primarie Lombardini di Gragnana, Marconi di Carrara e Mazzini di Bedizzano.

I 7,6 milioni di euro assegnati dal Pnrr alla demolizione e ricostruzione in loco della Taliercio permetteranno di realizzare un progetto che verrà definito attraverso un concorso bandito direttamente dal Ministero dell’Istruzione, secondo le linee guida indicate dai componenti gruppo di lavoro voluto e istituito dallo stesso ministero e di cui fanno parte, tra gli altri, gli architetti Stefano Boeri, Massimo Alvisi, Sandy Attia, Mario Cucinella; Luisa Ingaramo e Cino Zucchi.

La Taliercio dunque resterà nella sede attuale di Villa Ceci: «Il finanziamento del Pnrr ci consente di ricostruire “in loco”: ora che abbiamo conseguito l’obiettivo principale, quello cioè di mettere in sicurezza la scuola, possiamo iniziare a pensare alla riqualificazione del Campo dei Pini che potrà restare un’area destinata all’attività sportiva, come auspicavano tanti marinelli» ha concluso l’assessore Raggi.