Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Grande folla ad Aulla per il Premio Scarabello. Premiati i talenti lunigianesi nel mondo dello sport foto

Con uno speciale talk show si è celebrata la Roma di Dino Viola, il presidente nativo di Aulla: sul palco anche gli ex giallorossi Roberto Pruzzo e Maurizio Turone. Al giocatore dello Spezia Giulio Maggiore il Premio Scarabello sezione calcio

Più informazioni su

AULLA – Grande folla in piazza Gramsci, ad Aulla, per la prima edizione del Premio Scarabello, l’evento organizzato e promosso dal Comune per celebrare i talenti locali nel mondo dello sport, dal calcio al nuoto, passando per l’atletica leggera e il tiro con l’arco. Il premio, lo ricordiamo, nasce per ricordare il noto atleta di Albiano Magra Luigi Scarabello, medaglia d’oro ai giochi olimpici di Berlino del 36 ed unico calciatore italiano ad essere convocato in Nazionale durante la militanza in una squadra di serie C. A condurre l’evento il giornalista spezzino Gianluca Tinfena, che ha aperto la serata invitando sul palco il sindaco di Aulla Roberto Valettini e il vicesindaco Roberto Cipriani. “Lasciatemi dire che è bellissimo vedere questa piazza di nuovo gremita – ha detto il primo cittadino -. Lo sport unisce, è calore, è prospettiva. Il mio pensiero va a tutte le donne e gli uomini sportivi, ma anche e soprattutto alle donne afghane a cui è doveroso, in questo momento, dare tutto il nostro affetto”.

“Luigi Scarabello ha rappresentato qualcosa da cui i giovani devono prendere esempio – ha sottolineato il vicesindaco Cipriani -, ovvero l’attaccamento al proprio territorio. Luigi, infatti, anche quando abitava lontano dal nostro paese, in casa ha sempre parlato dialetto albianese, ed ha voluto essere seppellito ad Albiano Magra”.

Dopo i saluti di apertura, la prima parte della serata è stata dedicata alla premiazione dei talenti lunigianesi che si sono distinti nello sport. Tra questi, l’ex arbitro Gianmattia Tasso, il talent scout e dirigente calcistico Mauro Bertacchini, il preparatore atletico Riccardo Contigliani, i calciatori Cristian Cerretti, Nicolas Bresciani, Luca Scarlino e Sebastiano Ebano e il pallavolista e campione di beach volley Riccardo Giumelli. Una medaglia è stata poi consegnata anche ai ragazzi dell’Aullese, squadra di calcio della città. E ancora: agli arbitri Andrea Brizzi e Marco Simoncini, al giudice professionista di ciclismo Matteo Bartolini, alla nuotatrice Camilla Carlotti, alle ginnaste Nicole Testa, Elettra Zambani, Sara Grilli, Simona Bertocchi, Gloria Sessa, Sara Berardi, Zenia Diouf, Sara Monteduro, alla pallavolista Alice Giampietri e alla campionessa di pattinaggio artistico Rachele Bianchi. Per il full contact premiati Gabriel Kirita e Omar Venturini.

Concluse queste prime premiazioni è stato dedicato ampio spazio ai successi della Roma del presidente nativo di Aulla Dino Viola che, al timone dal 1979 al 1991, portò i giallorossi al loro periodo di massima gloria. Sul palco sono saliti gli ex calciatori del tempo Roberto Pruzzo e Maurizio Turone per uno speciale talk show. Iniseme a loro Roberto Bucchioni, giocatore della Sampdoria ai tempi della storica coppia Mancini-Vialli e il giornalista sportivo Enzo Bucchioni.

Le premiazioni sono proseguite nella terza parte della serata, quando è stato assegnato il Premio Scarabello sezione olimpica allo spezzino Stefano Mei, dirigente sportivo e campione europeo dei 10000 metri piani a Stoccarda 1986, oggi Presidente della Federazione Italiana di Atletica Leggera, e il Premio Scarabello sezione calcio al centrocampista dello Spezia Giulio Maggiore, originario di Filattiera. Alla carrarese Anna Menconi, infine, è andato il Premio Scarabello sezione paralimpica: Anna, campionessa di tiro con l’arco, ai giochi paralimpici negli anni passati si è distinta ottenendo due medaglie: un oro a squadre a Sydney 2000 e un argento a squadre ad Atene 2004.

 

Più informazioni su