Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Musetti (Fi): «Ronde in borghese per contrastare la malamovida». Pieruccini (Lega) lo stoppa: «Serve l’esercito»

L'idea di un gruppo di volontari: «Segnaleremo al 112 le situazioni di possibile rischio». Il commissario provinciale della Lega: «Non basterà»

MARINA DI CARRARA – Ronde in borghese a Marina di Carrara per aiutare le forze dell’ordine nella vigilanza visiva e allertarle nelle situazione di rischio. E’ l’idea di un gruppo di volontari guidati dagli esponenti di Forza Italia Gianni Musetti e Lucian Martisca e da Lorenzo Gozzani. “Ci limiteremo a segnalare – spiega Musetti – al 112 e ai nostri referenti della Polizia del commissariato di Carrara e dei Carabinieri, a cui va la nostra massima stima per l’impegno e la determinazione profusa, le situazioni di possibile rischio, prevenendo altri episodi di violenza e di disagio per i commercianti e la cittadinanza.  Insomma, ci muoveremo in borghese, senza simboli o riconoscimenti alcuni, perché non abbiamo alcun titolo per assumerci delle responsabilità di intervenire personalmente, ma da cittadini ci rivolgeremo alla forza pubblica quando c’è rischio di mettere la stessa nelle condizioni di poter prevenire”.

“Prevenire vuol dire evitare non solo che gli episodi di scontro avvengano – conclude l’esponente di Forza Italia – ma che gli attori di tali atti finiscano nella burrasca giudiziaria per le azioni delittuose di cui potrebbero rendersi protagonisti incoscienti.  Noi vogliamo evitare che i nostri ragazzi si prendano delle denunce e si rovinino la vita per delle bravate. E se la nostra parola di sostegno non basterà, chiederemo l’intervento del servizio volanti.  Qualche occhio in più dove serve al servizio della legge e della buona condotta.  Il volontariato fa bene a se stessi e agli altri”.

Secondo la Lega, invece, le ronde non sono sufficienti. “La Lega Salvini Premier – dichiara in una nota il commissario provinciale Nicola Pieruccin – vuol ribadire che controlli e sanzioni  sulla movida sono materia delle Forze dell’Ordine: questo sia ben chiaro. Quindi non servono le ronde o gli assistenti civici improvvisati, anche se è lampante che i 5 stelle non sanno che pesci prendere, in quanto non hanno mai voluto affrontare le questioni sociali complesse che scorrono nelle arterie di una città profondamente peggiorata negli ultimi anni”. Quindi Pieruccini attacca l’amministrazione pentastellata: “La Lega Salvini Premier non può che constatare che, di fronte al delirio violento quotidiano, i 5 Stelle non hanno messo in atto nemmeno uno dei punti delle linee programmatiche sulle politiche giovanili approvate in consiglio”.

“La Lega – prosegue il commissario provinciale – sostiene inoltre che l’ idea delle ronde di volontari alla fine è stata abbandonate da tempo, e comunque dovrebbero essere organizzate, formate ed autorizzate, per cui non c’è tempo da perdere in azioni impossibili, e quindi è più che mai necessario far arrivare i militari  dell’esercito al fine di sostenere le Forze dell’Ordine per monitorare 24 ore su 24 la «movida». Paradossale, irresponsabile e poco credibile il Sindaco De Pasquale quando prometteva  programmazione e controllo per  contrastare la  forte crisi culturale e sociale soprattutto riferita ai  giovani e a sostegno dei contesti  familiari più fragili. Tutte  sterili  promesse mai mantenute quando  propagandava a gran voce che adolescenti e giovani erano i meno supportati dalla politica e che, tra le altre cose, mancavano punti di aggregazione e occasioni di ritrovo valide. Ad oggi dopo quattro anni e più  di governo non esiste alcun sistema organizzato di ascolto attivo e di coinvolgimento dei giovani (consulta giovani in alto mare e centri di aggregazione chiusi) e le due assessore Galleni e Forti non hanno messo al centro della vita culturale e sociale azioni  per ricostruire il senso civico e storico-culturale locale, lasciando libero spazio alla violenza e al devastante fallimento delle politiche giovanili”.

“Il nostro povero sindaco – chiude Pieruccini – ha pensato bene di cavarsela con una pioggia di ordinanze che hanno solo svantaggiato commercianti e ristoratori con le solite multe e  i soliti controlli. Il nostro territorio, purtroppo, in mano a questi politici strafalliti si è prestato piuttosto bene al disagio e alla violenza dei nostri ragazzi e ragazze perché ovunque impera abbandono e distruzione che se si sommano al periodo più drammatico della nostra storia recente conseguente alla pandemia, dietro al quale si sono nascosti vergognosamente i 5 Stelle. E’  chiaro che occorre subito l’esercito”.