Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Milena Bertolini a Sassalbo, la ct della nazionale italiana calcio torna alle sue origini

Insieme al sindaco di Fivizzano Gianluigi Giannetti per ricordare lo zio Vincenzo

LUNIGIANA – Composta, elegante, tranquilla, forse grazie all’aria che ha respirato in Lunigiana, da dove proviene, perché si sa, sui monti di Sassalbo (Massa-Carrara) si respira aria buona. Lei è una delle tre allenatrici italiane a possedere il titolo per allenare una squadra di Serie A maschile, e “per ora” si occupa di portare la Nazionale Italiana di calcio femminile agli Europei del 2022 in Inghilterra.

Si tratta dell’ormai conosciuta Milena Bertolini, ex giocatrice, che ora ha il compito di condurre la squadra alla vittoria, attingendo, magari, un po’ di energia da quella che ci ha già visti sul tetto d’Europa quasi un mese fa. In Inghilterra, quindi, a giocarsi la coppa, ci sarà anche un po’ di Lunigiana, perché i Bertolini discendono proprio dal paese facente parte del Comune di Fivizzano, immerso nel Parco dell’Appennino Tosco-Emiliano. Durante la guerra, mentre il nonno aveva aderito alle formazioni partigiane, la nonna Adalgisa aveva scelto di calare nella pianura emiliana per coltivare la terra, giù fino a Correggio. Qui Milena trovò la strada per il calcio e lo zio quella della politica, che riuscì a influenzarla; infatti, è già stata assessore alle politiche sportive del suo Comune. Proprio per lui, per lo zio, l’allenatrice è tornata ieri a Sassalbo, per ricordare Vincenzo Bertolini, segretario del Pci locale in Emilia, e per respirare ancora un po’ di aria sana, quella che ha sempre reso i sassalbini persone forti e determinate.