Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Lunigiana on the road: Gassano, il paese dove a vincere è il più tenace e un ponte romano tiene ancora duro foto

Tutto in sasso, offre scorci incredibili sulle Alpi Apuane e portali intatti dai simboli antichi e dalle numerazioni che raccontano quanta storia, in realtà, sia intrisa nelle vie del borgo

FIVIZZANO – In Lunigiana, quando si sente nominare il paese di Gassano, che si trova nel comune di Fivizzano (Massa-Carrara), subito salta alla mente una delle sfide più pericolose che si siano mai disputate in tempi recenti sul territorio. Si tratta del Palio della Tragia, nato tra compaesani che fecero di una “slitta” utilizzata in passato per trasportare il fieno, il loro mezzo di locomozione per gareggiare fino all’ultimo metro del borgo. Infatti, il palio si svolge la notte del 10 agosto tra le squadre dei rioni, giù per i vicoli stretti e pendenti e vede uomini al posto di asini tirare la tragia con sopra un “fantino” leggero. Urla di incitamento, sudore, sangue. Sorpassi, cadute e discussioni sul taglio del traguardo. Tutto ciò ha sempre fatto di questo evento una gara al cardiopalma e molto sentita. Attualmente la manifestazione è sospesa a causa della pandemia, ma lungo le vie è ancora possibile, per chi l’ha vissuto almeno una volta, sentire il rumore dei legni strusciare sul pavimento di sasso e vederne quasi le scintille.

Ma Gassano non è solo Palio della Tragia, ginocchia rotte e tenacia, o sagra delle anguille, ma è anche un bel paese, ben conservato, che vale la pena visitare. Tutto in sasso, offre scorci incredibili sulle Alpi Apuane e portali intatti dai simboli antichi e dalle numerazioni che raccontano quanta storia, in realtà, sia intrisa nelle vie del borgo. Il paesello fa da porta d’entrata alla valle del Lucido, in direzione Gragnola, e al suo centro custodisce una chiesa meravigliosa dedicata ai Santi Lorenzo e Lucia.

Storicamente, sembra che la denominazione Gassano provenga dal nome nobiliare Cassio e fa capolino nel 1393 tra i possedimenti dei Malaspina, ramo Fivizzano e Fosdinovo, precisamente come proprietà di Leonardo Malaspina, uno dei figli del marchese Galeotto Malaspina, responsabile del massacro dei Malaspina di Verrucola.

Inoltre, a valle del paese, giù al fiume Aulella, vicino al campo sportivo, è ben conservato un bellissimo ponte romano che, per i più curiosi, porta su se stesso la data di costruzione e quella, probabilmente, di ristrutturazione. Il divertimento è proprio quello di aggirarsi tra i piloni per trovare il marchio storico.

E’ possibile raggiungere Gassano percorrendo la Strada Statale 63 del Cerreto, fino al bivio che conduce alla località. Una volta visitato il borgo racchiuso dalle mura medievali, è consigliato proseguire, direzione Garfagana, per visitare anche la vicina Gragnola, altra frazione fivizzanese degna di nota.