Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

“Cura e custodire”, incontri dedicati alla ricerca scientifica

Più informazioni su

CARRARA – Sabato 17 luglio presso il Biscottificio Dogliani, in vialeZaccagna 33, a Carrara (Massa-Carrara), Cura e Custodire. L’economia è cura, conversazione con: Ina Praetorius, teologa protestante e Luigino Bruni, economista. L’evento fa parte della XVI edizione di “Donna anima e corpo”, rassegna è organizzata dall’Associazione Culturale l’Angelo e le Stelle. Questa serata è in collaborazione con con-vivere Carrara Festival.

Il tema dell’edizione di quest’anno è “Cura e Custodire”, un tema esplorato da tempo dalla ricerca scientifica, sociologica e dalle neuroscienze per affrontare le patologie sociali che derivano dalla crisi della condizione umana dell’uomo e della donna. L’obiettivo è quello di comunicare, con il ritorno in presenza delle serate al Biscottificio, una visione della cura più ampia, che va ben oltre l’assistenza e il gesto altruistico. Come affermava Elena Pulcini, la cura è un’attività cooperativa, fondata sull’interdipendenza di chi accudisce e di chi è accudito, entrambi legati dalla propria vulnerabilità e dalla responsabilità verso l’altro.

L’atteggiamento di cura nel più ampio senso del termine, come cura per il mondo e per una buona convivenza umana, se rimesso al centro dell’agenda politica diventa veicolo di un nuovo umanesimo che superi le diseguaglianze di genere e rafforzi i legami sociali, già messi a dura prova dal capitalismo finanziario e dalle leggi di mercato, ben prima della pandemia.

E’ da qui che si ripartirà in questa seconda serata della rassegna, condivisa con con-vivere Carrara Festival, che nell’edizione che si terrà dal 9 al 12 settembre 2021 avrà come tema Cura, con la consulenza scientifica di Telmo Pievani.

La sera di sabato 17 luglio al Biscottificio Dogliani lo sguardo sarà incentrato sull’economia e su come trasformarla perché “tornare alla normalità” pre-Covid 19 senza un cambio di prospettiva significherebbe non aver appreso nulla dalle tante criticità emerse durante, e in seguito, al lockdown. Si parlerà dunque di “care revolution” insieme a due economisti che condividono la necessità di un’economia in cui i bisogni di tutti e le relazioni abbiano la priorità sul profitto e la rendita.

Ina Praetorius, teologa femminista ed economista tedesca, illustrerà che l’Economia è cura, titolo del suo saggio, in quanto reciprocità e dipendenza consapevole dall’altra/o, cancellando così le antiche dicotomie su cui si fonda l’ordine simbolico alla base della cultura occidentale che ha generato un sistema discriminante e ingiusto. Luigino Bruni, docente di Economia politica all’università Lumsa di Roma, parlerà di Economia civile, fondata su un’altra idea di mercato che metta al centro i beni comuni e riconosca la centralità del lavoro di cura delle donne. Entrambe le prospettive indicano chiaramente che l’individualismo non può più essere il motore trainante, ma occorre ripristinare etica, dignità e rispetto. La pandemia ha sconvolto le vite a livello planetario, segnando uno spartiacque tra il “prima” e il “dopo”. E’ stata una battuta d’arresto che ha costretto a riflettere sull’intero assetto della vita civile, politica ed economica. E’ proprio dall’economia che può iniziare un vero cambiamento che rimetta al centro le persone, e la parola chiave di questa trasformazione è la cura, di sé e degli altri, per dare priorità al bene comune e alla reciprocità. L’economia può acquistare cosi una prospettiva etica, permettendo al mercato e alla democrazia di cooperare nel rispetto di tutti.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti in base alla normativa Covid.

E’ gradita la prenotazione – per email: margherita@dogliani.net oppure telefono 0585/632744

Più informazioni su