Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Porto, finalmente la passeggiata sulla diga foranea: ecco come sarà. A maggio 2022 via ai lavori foto

Sarà lunga 870 metri circondati solo dal mare e dalla vista sulle Alpi Apuane. Presentato il progetto da oltre 13 milioni di euro. Il sindaco De Pasquale: «Realizziamo un sogno»

MARINA DI CARRARA – Passeggiate, jogging, relax e svago fronte mare. Il lotto 4 del progetto del Waterfront di Marina di Carrara, la nuova passeggiata a mare della cittadina toscana, è stato presentato durante la conferenza stampa che si è svolta stamani, presenti Francesco Di Sarcina, segretario generale dell’Autirità di sistema portuale del Mar Ligure Orientale; Francesco De Pasquale, sindaco di Carrara; il Comandante in II della Capitaneria di porto di Marina di Carrara, Paolo Margadonna; Andrea Raggi, assessore del Comune di Carrara; Luigi Bosi, direttore della Sede AdSP di Marina di Carrara; Mirko Leonardi dirigente del settore Tecnico dell’AdSP .

Il lungo percorso, che si svilupperà sopra il muro paraonde del molo foraneo, rappresenta la parte più significativa dell’intero progetto del Waterfront, non solo per la dimensione, 870 m di lunghezza per 5 m di larghezza, ma soprattutto per l’aspetto panoramico, con i suoi affacci sul mare aperto e sul porto e con lo sfondo delle Alpi Apuane. L’investimento economico per la realizzazione del progetto, ammonta a 13.870.000 euro, di cui 8.576.000 euro garantiti dal Pnrr – Fondo complementare (DL 59/2021) e 5.294.000 euro dalla Regione Toscana.

«Per i cittadini del territorio circostante – afferma una nota dell’Adsp – è la realizzazione di un sogno cullato da anni e da oggi realtà grazie all’impegno dei vari presidenti dell’Ente che si sono succeduti dal 2001. La spinta finale, ad opera dell’attuale vertice dell’Adsp, Mario Sommariva, sottolinea l’interesse dell’attuale presidenza per avvicinare sempre di più il porto alla città».

«Entro il 2024 l’opera, molto importante e simbolica”, sarà collaudata e terminata. E’ stato un processo lungo, che si inserisce in uno più ampio, quello relativo all’intero waterfront, che al termine immetterà nel circuito economico di Marina di Carrara oltre 50 milioni di euro in tutto. Una vera e propria iniezione di risorse non solo per il settore marittimo, ma anche per un indotto fatto di edilizia, manutenzioni ecc…Affideremo i lavori tramite un appalto integrato, solo relativo all’esecuzione dei lavori. L’aggiudicazione della gara avverrà dopo l’estate» ha detto Di Sarcina.

Come ha sottolineato Luigi Bosi, «il Lotto 4 è sempre stato molto desiderato. E’ una soddisfazione di tutti potere offrire alla città quest’opera». Leonardi, Rup del progetto dopo Domenico Ciavarella, entrambi ringraziati dal segretario generale così come il direttore di sede, Luigi Bosi, per l’impegno profuso in questi anni, ha descritto il progetto dal punto di vista tecnico.

«Da una situazione precaria si giunge ad un progetto molto bello, con una decisa riqualificazione funzionale e paesaggistica dell’area di spiaggia alla radice del molo. Anche dal punto di vista della messa in sicurezza, si apre un capitolo nuovo. Tre saranno i nodi fondamentali; un’area a terra; una nuova piazza sul mare in corrispondenza del gomito del molo di sopraflutto; una nuova, ampia terrazza sul mare in corrispondenza della testata del molo foraneo. Tutti i tre punti saranno collegati da percorsi fatti di dune con vegetazione autoctona, scogliere, dolci pendii. Per favorire la panoramicità del percorso, si prevede anche la realizzazione di parapetti “trasparenti” in acciaio e illuminazione raso terra».

Questo il cronoprogramma: procedura di gara e stipula contratto, luglio-dicembre 2021; redazione/verifica/approvazione progetto esecutivo, gennaio-aprile 2022; esecuzione dei lavori, ​maggio 2022-novembre 2023; collaudo e avvio dell’esercizio, novembre 2023-maggio 2024.

«Oggi scriviamo una nuova storia – ha detto il sindaco De Pasquale – Iniziamo concretamente il percorso per realizzare un sogno della collettività, una passeggiata irrinunciabile per tutti i carraresi e il panorama  mozzafiato dal mare sui monti, che si può godere solo dalla diga foranea. È stata un’attesa lunghissima, ma proprio per questo sono certo che l’intervento sarà accolto con grande entusiasmo. Si tratta sicuramente del lotto più “cittadino” del waterfront, quello di cui godranno di più i cittadini nei loro momenti di svago e relax, ed è importante che questa grande opera inizi proprio da qui. Il porto, nel suo complesso, sta vivendo una fase di rilancio: noi stiamo cercando di innescare lo stesso meccanismo sulla città. Il lotto 4 è una sorta di trait d’union tra scalo e città e sono davvero felice che oggi inizi la fase operativa».

«Parlando da cittadino, più che da autorità, sono sicuro che il progetto restituirà alla cittadinanza un opera di grande valore architettonico e polifunzionale –, ha detto il Comandante in II della Capitaneria di porto di Marina di Carrara, Paolo Margadonna -. Da considerare, soprattutto, il valore aggiunto che recherà al porto non solo come opera commerciale, ma come valorizzazione dell’ambito portuale, in relazione ai futuri sviluppi programmati dall’Autorità di Sistema del Piano regolatore portuale».