Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

A Marina di Massa un parco giochi acquatico unico in tutta la costa tirrenica. Balloni: «E’ il turismo che fa bene» foto

E' dotato di due piscine gonfiabili con scivoli, di 20 ombrelloni con sdraie e di un punto ristoro esterno all'area delle piscine. Il vicesindaco Cella: «Il turismo sta ripartendo: nelle strutture ricettive è tutto esaurito»

Più informazioni su

MARINA DI MASSA – Ha inaugurato questa mattina la “Laguna delle Orche”, il parco giochi acquatico in via Casola a Marina di Massa, a pochi passi dalla ruota panoramica. È un parco unico in tutta la costa tirrenica per il tipo di servizio offerto. E’ dotato di due piscine gonfiabili con scivoli, una di 23 metri per 19, l’altra di 22 per 15, di 20 ombrelloni con sdraie e di un punto ristoro esterno all’area delle piscine (la “Taverna dell’Orca”). “Lo scorso anno a pandemia ci ha permesso di aprire solamente l’ultima settimana di agosto – ha spiegato il gestore Franco Moruzzi, padre della titolare del parco Tea -. Quest’anno, invece, abbiamo potuto aprire i battenti con largo anticipo”. Per quel che riguarda i prezzi, nei giorni feriali i bambini pagheranno 6 euro per le prime due ore e 2 euro per le mezzore a seguire. Gli adulti, invece, 3 euro per le prime due ore e 1 euro ogni mezz’ ora. Nei festivi il biglietto per bambini è di 8 euro più 2 per ogni mezz’ ora a seguire. Gli adulti accompagnatori pagheranno 4 euro più 1 ogni mezz’ ora. E’ previsto anche un biglietto giornaliero, da 15 per bambini e 7,5 per gli adulti.

La Laguna delle Orche si colloca al posto di quello che era un campo sportivo abbandonato, con reti trasandate e metri di erba da tagliare. A rendere merito alla famiglia Moruzzi per il lavoro di riqualificazione svolto, questa mattina, c’erano anche l’assessore al commercio del Comune di Massa Paolo Balloni e il vicesindaco Andrea Cella. “Siamo contenti di aver riqualificato una proprietà comunale – ha detto il primo – e di questo devo ringraziare il signor Moruzzi che si è fatto carico di questi lavori l’anno scorso, quando ancora non esisteva l’idea di mettere mano su quest’area della città. Il servizio in sé è molto bello: questo è il turismo che fa bene, quello delle famiglie che poi vanno nei nostri ristoranti e negozi. Quest’area si sta riqualificando – ha osservato l’assessore -: prima con la ruota panoramica, ora con questo parco. Il campo sportivo di fianco lo abbiamo affidato tramite regolamento cittadinanza attiva. Ci stiamo convincendo del fatto che “da cosa nasce cosa”. E quello che vediamo oggi è l’emblema di questo concetto”.

Soddisfatto anche il vicesindaco Andrea Cella, che vede nell’inizio dell’estate la ripartenza del turismo e del commercio. “La risposta delle persone è chiara, perché a Massa le strutture ricettive sono tutte piene. Lo hanno ribadito anche questa mattina gli enti immobiliari. Il tipo di struttura dipende chiaramente dalla provenienza del turista: chi arriva da Emilia Romagna, Lombardia e Toscana ha preso in affitto case anche per un mese. Quello che è certo è che i segnali di ripartenza ci sono tutti. E Massa ha dimostrato di essere una meta ambita da molte persone con tanti servizi da offrire per i suoi cittadini ed anche per chi arriva da fuori”.

Più informazioni su