Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Bene il 90% di differenziata, ma “Cambiamo Mulazzo” (Fi) vuole chiarezza dal sindaco

MULAZZO – I consiglieri comunali di minoranza Ferdani, Ricci e Moscatelli hanno presentato al sindaco di Mulazzo (Massa-Carrara) Claudio Novoa un’interrogazione sullo sgravio per i cittadini, sui dati del porta a porta, su eventuali tagli al servizio raccolta e smaltimento rifiuti.

«E’ cambiato a Mulazzo e in Lunigiana il gestore del servizio raccolta e smaltimento rifiuti – affermano – e vogliamo rassicurazioni precise. Il Comune di Mulazzo ha comunicato di voler ridurre le tariffe delle Tari con un annuncio del sindaco,  il quale tuttavia non ha fornito cifre o percentuali della riduzione, parlando testualmente di uno sconto “significativo”. Aggiungiamo che il Comune di Mulazzo, lo scorso anno, ha raggiunto, per merito dei cittadini, la quota 90% di rifiuti differenziati con il servizio porta a porta così come strutturato da Unione dei Comuni e Idealservice nella precedente gestione della raccolta rifiuti».

Cambiamenti che non convincono la minoranza: «Chiediamo per questo una tabella dettagliata degli sgravi che il Comune di Mulazzo riconoscerà ai cittadini e la citazione delle modalità e dei servizi attraverso i quali tali sgravi potranno essere riconosciuti. Vogliamo anche sapere se la revisione del servizio comporterà una riduzione del porta a porta grazie al quale i cittadini di Mulazzo hanno raggiunto il 90% consentendo al Comune di ricevere il riconoscimento citato dal sindaco».

Dubbi anche sulle modalità di raccolta: «Ci dicano se il vetro sarà ancora raccolto settimanalmente od ogni quindici giorni e se il porta a porta e le prossimità continueranno a essere raccolte la mattina. Ma vogliamo anche sapere se la raccolta di plastica e lattine verrà effettuata nella modalità “multimateriale” e se, nel precedente trimestre, il Comune di Mulazzo ha raggiunto gli stessi risultati dello scorso anno o se i dati della raccolta porta a porta hanno evidenziato un ridimensionamento delle percentuali. Non accetteremo l’arretramento dei dati del porta a porta ottenuti grazie all’impegno dei cittadini. Il sindaco ci dica se ci saranno tagli al servizio».