Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Vaccini, l’appello del sindacato pensionati: «La Toscana acceleri su anziani e fragili»

Parla il segretario regionale di Fnp-Cisl, Stefano Nuti: «In questo periodo gli ospedali in Toscana hanno retto l'impatto, mentre la medicina del territorio è entrata subito in difficoltà»

Più informazioni su

TOSCANA – “La Regione Toscana deve dare un forte impulso alla vaccinazione dei più anziani e dei più fragili, perché la vaccinazione è la condizione imprescindibile per uscire dalla pandemia ed è l’unica condizione per la tenuta sanitaria e sociale.” A dirlo è il segretario regionale della Fnp, il sindacato pensionati della Cisl, Stefano Nuti. “Quando c’è la salute c’è tutto”; è un vecchio adagio che tante volte negli anni passati abbiamo ripetuto quando, essendo in salute, pensavamo a coloro che dentro gli ospedali soffrivano. Da un anno invece lo stiamo ripetendo con ansia, preoccupazione, sofferenza. In questo periodo, il Covid-19 ha portato via nella nostra regione oltre 5.500 persone”.

“In questo periodo gli ospedali in Toscana hanno retto l’impatto, mentre la medicina del territorio è entrata subito in difficoltà – sottolinea Nuti -. Da qui si deve ripartire, per costruire una rete moderna di tutela della salute, il più vicino possibile a dove abita il cittadino, con case della salute, presidi socio sanitari capaci di sfruttare le grandi opportunità della telemedicina in funzione di cura e prevenzione nel territorio. Oggi, rispetto ad un anno fa, abbiamo la prospettiva del vaccino, ma in Toscana la lentezza con cui si procede a vaccinare le persone anziane desta grande preoccupazione. Per questo la Regione deve dare un forte impulso alla vaccinazione dei più anziani e dei più fragili, perché la vaccinazione è la condizione imprescindibile per uscire dalla pandemia ed è l’unica condizione per la tenuta sanitaria e sociale della Toscana, del nostro Paese e del mondo intero”.

Più informazioni su