Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Gaia interviene sulle zone montane, 375mila euro di lavori sulla rete ad Antona

La durata delle lavorazioni è prevista in 120 giorni. Persiani: "Intervento che dà un segnale concreto di volontà di ammodernamento delle reti che mi auguro possa proseguire anche in altre zone della città"

MASSA – 375mila euro per ristrutturare 700 metri di rete acquedottistica in località Antona del Comune di Massa, in un luogo impervio e scosceso, con l’obiettivo di risolvere gli episodi di carenza d’acqua che talvolta si verificano nell’abitato di Pian della Fioba. Il Consiglio di Amministrazione di Gaia S.p.A. ha recentemente approvato un progetto che prevede la sostituzione di parte della condotta di adduzione Cartaro-Antona, nel tratto tra l’attraversamento in sponda sinistra del Torrente Frigido ed il serbatoio di Antona. Le criticità emerse, su cui si andrà ad agire, sono legate alle frequenti perdite in questo tratto causate dalla vetustà della condotta, che verrà dunque sostituita.

A causa della conformazione del territorio, fortemente in pendenza e caratterizzata da folta vegetazione boschiva, l’intervento sarà particolarmente complesso: i materiali necessari per le lavorazioni verranno trasportati sul posto in volo, mediante l’utilizzo di un elicottero con base di partenza verosimilmente in Castelnuovo Garfagnana. Il carico massimo previsto per singolo viaggio con elicottero sarà di 900 kg e sarà necessario individuare più piazzole per il deposito dei materiali trasportati. Per la particolare pendenza del terreno, lo scavo in cui sarà alloggiata la nuova condotta verrà realizzato con l’ausilio di ragno escavatore, una particolare macchina a metà strada tra un escavatore e un combinato, che permette di lavorare anche su pendii ripidi.
“Sono contento di questo intervento, che va ad affrontare un problema importante in una zona montana, dando un segnale concreto di volontà di ammodernamento delle reti che mi auguro possa proseguire anche in altre zone della città”, ha dichiarato il sindaco Francesco Persiani.
“La sostituzione delle condotte obsolete rientra negli obiettivi di qualità del servizio che Gaia si pone: i nostri cantieri non vengono aperti solo sulle strade in centri cittadini, come si è abituati a vedere – spiega il presidente di Gaia Vincenzo Colle -. Le tubazioni corrono anche nel bosco o in altre zone impervie e non è la prima volta che interveniamo, anche con urgenza, facendo fronte a situazioni anche estreme pur di garantire l’erogazione dell’acqua ai cittadini. E’ il nostro lavoro”.
L’intervento partirà dopo l’espletamento delle corrette procedure di gara per l’appalto dei lavori. La durata delle lavorazioni è prevista in 120 giorni.