LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Lavoratori Cup Massa-Carrara, la Cisl preoccupata: «Posizioni lontane dalle nostre richieste» foto

Bernicchi (Fisascat): «A fronte di un cambio appalto che mantiene inalterate le quantità di servizi, vede un peggioramento delle condizioni economiche e normative dei dipendenti»

Più informazioni su

MASSA-CARRARA – «Stante l’approssimarsi del cambio di appalto del servizio di front office dell’Asl previsto per il 17 agosto, nonostante i diversi incontri effettuati con RTI con capofila CNS e imprese affidatarie del servizio, ai sensi della Delibera Regione Toscana 433/2015, volti a trovare un accordo per la tutela occupazionale, reddituale e normativa dei lavoratori coinvolti, ad oggi riscontriamo posizioni lontane nelle richieste fatte dalla nostra organizzazione sindacale sia a livello regionale che territoriale riguardanti nello specifico l’appalto dei servizi Cup di Massa-Carrara gestiti da Rekeep/Cooplat e Formula». Lo afferma il segretario della Fisascat-Cisl Toscana Nord, Giovanni Bernicchi.

«Per quanto sopra – prosegue – non potendo condividere quanto è stato raggiunto a livello regionale dalle organizzazioni sindacali Fp Cgil e Uil che a fronte di un cambio appalto che mantiene inalterate le quantità di servizi, vede un peggioramento delle condizioni economiche e normative dei lavoratori, dobbiamo precisare che da parte della Fisascat Cisl fin da subito è stata richiesta l’applicazione del Ccnl di riferimento, ovvero il contratto del terziario, applicato fin dal lontano 2013 a tutte le operatrici del settore del servizio CallCenter».

«Comunichiamo inoltre – aggiunge il sindacalista – che nello specifico territorio di Massa-Carrara dove da tempo i lavoratori effettuano orari supplementari (perché di questo stiamo parlando essendo i lavoratori e le lavoratrici prevalentemente contratti part-time) si richiede che nel verbale di accordo sul cambio di appalto tra Rekeek e Cooplat a Formula Servizi, che interessa 93 lavoratori (tutte aziende che applicano il Ccnl Multiservizi firmato da Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltrasporti) che entro 45 giorni le parti si incontrino per per il consolidamento delle ore prestate e oggettivamente riscontrabili nelle buste paga; inoltre vorremmo tutelare le lavoratrici e lavoratori disponibili a svolgere orario supplementare, fissando un limite chilometrico massimo per gli spostamenti, garantendo il mantenimento del posto di lavoro inteso come postazione fissa. Questo è quanto chiede la Fisascat, per i lavoratori del servizio Cup della provincia di Massa-Carrara, per arrivare ad un accordo condiviso per una efficace tutela di tutti le lavoratrici e lavoratori interessati».

Più informazioni su