LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

A donare il plasma e poi un saluto dai suoi alunni

La prima giornata da sindaco di Francesco De Pasquale si è aperta al Noa: “Gli operatori mi hanno riferito che dopo il trasferimento delle attività di prelievo le donazioni sono drasticamente calate”.

Più informazioni su

Francesco De Pasquale ha voluto cominciare la sua prima giornata da sindaco con un atto abituale che, data la sua nuova veste di primo cittadino, acquista una nuova valenza simbolica. “Da giorni avevo in programma la mia consueta donazione di plasma – ha confidato Francesco De Pasquale – e sono contento di averla fatta nel mio primo giorno da sindaco. Spero così di poter essere d’esempio per tantissimi potenziali donatori, le necessità sono continue e mi viene riferito un calo delle donazioni che dobbiamo tutti impegnarci a superare.”

Al suo ritorno in Comune, subito in prima linea per i primi atti ufficiali tra i quali l’insediamento della giunta, il sindaco non ha mancato di ritagliare il tempo necessario per intrattenersi per saluti e foto con gruppetti di suoi ex-studenti, accorsi a palazzo civico per gli auguri di rito al prof.

“Se oggi sono in questo ufficio – ha detto il sindaco ai suoi alunni – è anche grazie alla scuola. Il consiglio che vi do è quello di non chiudere troppo presto le varie porte che vi si presenteranno. Una di queste è proprio lo studio”.

I ragazzi hanno poi rivolto una domanda al loro ormai ex-prof: “Che progetti avete per i paesi a monte?”. “Nei paesi a monte dovremo recuperare i luoghi di aggregazione – ha risposto il sindaco – Vorremmo che in ogni paese ci fosse un parco pubblico coi suoi giochi. Purtroppo – ha spiegato – ereditiamo una situazione finanziaria disastrosa. Ma un po’ per volta ce la faremo”.

Più informazioni su