LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Parola ai maturandi: a Carrara la robotica è il tema più quotato

Gli studenti carraresi alla prima prova dell'esame di maturità 2017. Smarrimento su Caproni: "Non lo conoscevamo"

Più informazioni su

Gli studenti carraresi alle prese con la prima prova della maturità 2017, quella d’italiano. Queste le tracce: l’analisi della lirica “versicoli quasi ecologici” (1972, dalla raccolta Res Amissa); la natura tra minaccia e idillio nell’arte e nella letteratura per il saggio breve artistico-letterario; la robotica e nuove tecnologie nel mondo del lavoro per il saggio socio-economico; disastri e ricostruzione per quello storico-politico; il miracolo economico italiano per il tema storico; il progresso per il tema d’attualità.

“Io ho scelto la traccia socio-economica – ha dichiarato uno studente del Liceo linguistico Iis Montessori-Repetti – nessuna grande preoccupazione, ma essendo la prima prova c’era un po’ di tensione”.

Scelta analoga per uno dei compagni, che ha confidato: “La prova è andata abbastanza bene. Le tracce erano facili”. Hanno optato per il tema sulla robotica anche due studenti del liceo scienze umane afferente al medesimo istituto: “Penso sia andata bene – ha dichiarato la prima – le tracce erano fattibili”. “Alcune tematiche erano abbordabili – ha affermato il secondo – altre meno, ma niente di trascendentale. Ci ha un po’ colpito Caproni, non lo conoscevamo…”

Di diversa opinione una studentessa che ha spiegato: “ho scelto Caproni: ho trovato bello il testo e fattibile l’analisi. Non mi è sembrato difficile”.

“Ho scelto la robotica – ha affermato un’altra compagna – mi sembra sia andata bene. Dopo aver parlato col commissario, ho decurtato le citazioni”.

Una ragazza ha dichiarato: “Ho scelto la traccia a carattere generale. Com’è andata? Non saprei. L’ho fatta più lunga del normale”. L’amica ha ribattuto: “Io il contrario! Ho scelto l’ambito artistico-letterario e ho scritto un tema più breve del solito”. Entrambe si sono dichiarate tranquille rispetto agli esiti.

“Io ho scelto la traccia sul progresso – ha detto un altro studente – Bella quella scientifica, ma avrei dovuto usare un linguaggio troppo tecnico. Ho optato per qualcosa di più mio. Sono scaramantico: non mi sbilancio, ma la mia classe è uscita per prima. O siamo i migliori, o i più incoscienti…”.

La traccia d’ambito socio-economico è stata molto quotata anche al liceo scientifico Guglielmo Marconi di Carrara, dove uno studente ha spiegato: “ho optato per quella perché vorrei proseguire gli studi nell’ambito. Una sorpresa l’analisi: ci aspettavamo tutti Pirandello, invece è venuto fuori lo sconosciuto Caproni! Quasi tutti hanno scelto il saggio breve. Mi sembra sia andata bene: tanti erano dentro a scrivere, scrivere, scrivere…”

“Ho scelto la traccia artistico-letteraria – ha dichiarato un compagno – è andata discretamente. L’analisi non me l’aspettavo: ma Caproni chi è? La lirica era semplice, ma l’autore è un po’ di nicchia. In generale, nessun problema”.

Uno studente dell’Iti ha riferito: “Ho scelto il tema libero. Le tracce non erano difficili, ma non mi piacevano. La mia lasciava più spazio: sul progresso c’è molto da dire. Non so come sia andata, penso di aver scritto abbastanza”.

Più informazioni su