LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Ru, polemiche sull’adozione. Benedetti cerca di ricucire gli strappi del centrodestra

L'emendamento di FdI su via Madonna del Golfo bocciato in consiglio continua a far discutere.

Più informazioni su

L’emendamento presentato da Fratelli d’Italia su via Madonna del Golfo è oggetto dell’intervento della consigliera Roberta Dei. La consigliera, che si è distinta per le frequenti non partecipazioni al voto, nel corso del consiglio ha posto una domanda all’architetto del Comune di Massa, Lorenzo Tonarelli, “ovvero se l’area residenziale posta sopra la segheria (oggetto dell’emendamento in discussione, ndc) fosse oggetto di decollo delle unità immobiliari residenziali presenti”. Cioè se rientra o meno in quelle aree del Ru in cui è prevista la demolizione di immobili ed edifici perché costruiti in prossimità di strade, di fiumi o in zone a rischio a frana. “L’architetto ha risposto che non era così – spiega che la consigliera, che aggiunge: “Per scrupolo ho verificato sul sito del comune nella sezione del Regolamento Urbanistico le mappe presenti trovando nel “quadro progettuale – allegato delocalizzazioni 3” conferma positiva a quanto da me domandato. Evidentemente – commenta Dei – la velocità con cui la maggioranza ha portato avanti i lavori ha affaticato i tecnici, che così hanno fornito una informazione sbagliata ai consiglieri comunali per formare la loro opinione”.
Anche la consigliera Luana Mencarellie il consigliere Paolo Menchini del Movimento Cinque Stelle intervengono per commentare la discussione sul Ru “portata di forza nei Consigli on-line con l’unico obiettivo di eliminare dal dibattito i consiglieri di minoranza che avevano fatto richiesta di poter utilizzare la connessione della sala X Aprile”. In risposta al sindaco di Massa, che aveva parlato di “prova muscolare” dell’opposizione per ostacolare i lavori del consiglio, replicano che quella sarebbe la “prassi tipica dell’amministrazione Persiani”. “Molte scorrettezze sono state dette e scritte dalla maggioranza in merito a quanto accaduto – affermano i pentastellati di Massa – ma è fin troppo chiaro l’attuale decadimento della democrazia, sancita dalla nostra Costituzione che prevede appunto le prerogative della minoranza che deve essere rappresentata nel collegio comunale non come inutile suppellettile, ma come parte integrante indispensabile”. E su via Madonna del Golfo parlano di “emendamenti personalizzati che hanno cozzato con i loro (della maggioranza, ndc) diversi interessi di partito”.

Forte e chiara, la voce di Stefano Benedetti, presidente del consiglio comunale di Massa, racconta tutta un’altra storia. In un comunicato stampa a tratti militaresco, il presidente- esponente di Forza Italia ricostruisce gli ultimi due giorni di consiglio, e non tre come previsti da calendario, dal suo punto di vista: “Il giorno 28 luglio 2020 si è svolto il Consiglio Comunale che aveva per oggetto REGOLAMENTO URBANISTICO – ESAME E CONTRODEDUZIONI ALLE OSSERVAZIONI SULLE PARTI RIPUBBLICATE. Si è trattato di un consiglio e è durato 14 ore e molto partecipato da tutti i consiglieri di maggioranza, con l’obiettivo di portare a termine il lavoro in tempi stretti, in modo da perfezionare l’importante strumento urbanistico che la città attende da più di quaranta anni”.
Nell’occasione, fa sapere il presidente, sono state discusse e votate 189 controdeduzioni divise in nove gruppi: “ARU ELIMINATI, NON PERTINENTE, CCP-CITTA’ PUBBLICA, RONCHI-POVEROMO, NUOVA EDIFICAZIONE, AMBITI,TESSUTI,NTA , ENTI”.
“Sono stati presentati cinque emendamenti, 1 di FdI e 4 di Forza Italia, di cui 1 approvato (Ampliamento delle aule di una scuola materna) e ciò dimostra, al contrario di quanto affermato da alcuni  consiglieri di minoranza, che c’è stato dibattito e approfondimento della materia, anche se già in precedenza la Commissione Urbanistica, grazie all’infaticabile e certosino lavoro svolto  dal Presidente Guadagnucci Luca, aveva espresso parere favorevole a tutte le controdeduzioni degli uffici”.
E riguardo il boicottaggio dei consiglio in streaming dei consiglieri di minoranza, afferma: “Non saranno certo questi  atteggiamenti distruttivi ed infantili a fermare i lavori del Consiglio Comunale”.

Più informazioni su