LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Ru, la minoranza abbandona i lavori "virtuali" ma tenta di entrare in Sala 10 aprile

Consiglio comunale, a Massa l'opposizione si presenta al terzo piano del Comune. Il sindaco commenta: «Una sceneggiata»

Più informazioni su

Tutta l’opposizione si presenta al terzo piano del Comune, chiede di entrare in sala 10 aprile e di lì connettersi ad un dispositivo digitale. È quanto accaduto ieri nel palazzo comunale di via Porta Fabbrica mentre era in corso il consiglio comunale. Alle 14.30, prima dell’inizio dei lavori convocati per le 15, i consigliere e le consigliere di Pd, M5S, Alternativa Civica, Articolo 1 Mdp, Volpi Sindaco, Uniti per la città si sono ritrovati al terzo piano del palazzo per spingere l’amministrazione a riportare i consigli comunali all’interno della sala 10 aprile. Le motivazioni, spiegano, sono “tecniche” ma riguardano anche i temi che verranno affrontati: il Regolamento Urbanistico, che richiede la lettura di cartografie e di pareri tecnici per comprendere di che cosa si parla; l’assestamento di bilancio, in cui dovranno essere inserite le misure finanziarie per sostenere la ripresa economica e sociale della città. “E’ davvero difficile – commenta l’opposizione – immaginare di poter discutere in modo efficace e costruttivo simili priorità utilizzando lo strumento on-line”. Per protestare contro il dibattito online, i consiglieri di minoranza annunciano che non prenderanno parte ai tre giorni di consiglio convocati dall’amministrazione per votare le controdeduzioni alle osservazioni sulle parti ripubblicate dello strumento urbanistico. E ieri hanno “provato” ad entrare in consiglio: non una vera propria occupazione, ma un tentativo di riappropriarsi di un luogo di dibattito sì.

La maggioranza replica parlando di tentativo di “bloccare i lavori del consiglio comunale”. “Per anni il PD e il centro sinistra – accusa il consigliere Bruno Tenerani di Fdi- hanno tenuto ostaggio questa città con  le loro liti interne che hanno ritardato l’approvazione di un atto fondamentale per la città come il RU e oggi hanno tentato ancora una volta con una messa in scena di bloccare il regolamento urbanistico”. Un tentativo perché i lavori del consiglio sono continuati e la votazione degli atti è proseguita alla presenza della sola maggioranza. Il sindaco, per commentare l’azione, parla di “sceneggiata” dei consiglieri di minoranza che si è chiusa con la loro “assenza ai lavori democratici dell’assise comunale”.
“Proprio loro avevano convenuto con la maggioranza sul fatto che il consiglio non si sarebbe potuto svolgere con la modalità di presenza fisica a causa dell’emergenza sanitaria legata al Covid-19, invece adesso, probabilmente per secondi fini politici, spingono per il rientro in aula nonostante che l’emergenza sia ancora in atto e che probabilmente verrà prorogata (tra l’altro da un Governo che loro appoggiano)”. Il sindaco parla a nome della maggioranza: “Non ci faremo intimidire da questi tentativi muscolari di fermare i lavori”.

Più informazioni su