LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

«Abitazioni invase da fumi e odori di una friggitoria. Che fine hanno fatto le lamentele?»

Più informazioni su

“Siamo in piena estate con temperature attorno ai 32 gradi, siamo nel pieno centro di Marina di Massa, zona turistica, su cui l’amministrazione del cambiamento dice di voler rilanciare il turismo, e non è pensabile che nel 2020 ci siano delle famiglie nel centro di Marina Di Massa costrette a sprangare le finestre di casa per impedire che i fumi e gli odori di una friggitoria sottostante invadano le loro abitazioni”. Lo denunciano la consigliera Roberta Dei (Fi), capogruppo del Gruppo Misto di Maggioranza, Mauro Rivieri (Fi) e Mario Cipollini di “Libertà e Diritti.

“Gli organi preposti, Arpat e Asl, hanno verificato se gli impianti di aspirazione dei fumi e di areazione di questa friggitoria siano a norma? O si sono basati, per concedere i permessi, sull’autocertificazione presentata dai gestori? Questi cittadini hanno esposto le loro lamentele al “responsabile” di Marina di Massa, ci chiediamo che fine hanno fatto? Questo responsabile realmente di cosa si occupa? Per questo incarico percepisce una remunerazione? Inoltre le lamentele di questi cittadini hanno ottenuto come risultato le denunce da parte dei gestori della friggitoria, denunce che hanno obbligato queste famiglie a presentarsi in Questura; stiamo sfiorando il paradosso.”Becchi e Bastonati”.

Siamo anche a conoscenza che alcuni membri di queste famiglie, costrette a subire queste violenze, abbiano avuto crisi respiratorie dovute ai fumi persistenti ed ai cattivi odori; ci risulta che alcune di queste persone sono affette da gravi patologie. Queste famiglie presenteranno un esposto denuncia alla Procura Della Repubblica affinché vengano fatte le dovute verifiche ed emergano le eventuali responsabilità sia da parte dell’Amministrazione che da parte degli organi preposti”.

Più informazioni su