LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Fiamme nere e nostalgia del ventennio, il post di un consigliere di Evam

Il 18 luglio ha pubblica delle immagini che ricordano il tentativo di colpo di stato spagnolo che diede inizio alla guerra civile spagnola.

Più informazioni su

Pubblica foto che celebrano il tentato colpo di stato spagnolo del 1936 e che invocano il diritto all’insurrezione. A fianco, una spilla delle squadre italiane volontarie – le Fiamme nere – che Mussolini inviò in Spagna per sostenere l’instaurazione della dittatura franchista. Autore del post è Gianfranco Baldi, membro del consiglio di amministrazione di Evam Spa, la società di imbottigliamento di acque minerali di cui il Comune di Massa detiene il 96% delle azioni.
Il 18 luglio il consigliere pubblica sul suo profilo social delle immagini che richiamano al fascismo: date, simboli, frasi. In particolare riferiti all’anniversario del colpo di stato spagnolo, il golpe fascista che fallì e che segnò l’inizio del biennio nero e della guerra civile spagnola.

Il post non passa inosservato e suscita l’indignazione di alcuni cittadini, che all’uomo contestano, inoltre, la violazione del codice etico aziendale di Evam Spa, contenente “valori e principi cui deve improntarsi l’agire della società e di tutti i suoi dipendenti e collaboratori.” E tra questi principi, c’è anche il ripudio di ogni discriminazione, un concetto che con le dittature non ha molto a che vedere.

In provincia si torna a parlare di fascismo, anche se per qualcuno (vedi Susanna Ceccardi, ndc) sarebbe un tema superato. In proposito, negli ultimi tempi vi abbiamo raccontato del professor Bianchi, docente in un istituto superiore di Carrara che nel 2017 sventolò la bandiera di Salà sul Sagro in direzione di Vinca, Monzone, Equi Terme, paesi insanguinati dagli eccidi nazi-fascisti dell’agosto del 1944. Nelle ultime settimane abbiamo scritto della petizione lanciata online per chiedere la revoca della cattedra al professore.
Poche settimane fa, la curva Nord della Carrarese si è dichiarata antifascista ricordando in un comunicato stampa la figura de Il Memo, leggendario capo dei partigiani, giocatore della Carraese e poi tifoso.
E a Massa a nulla sono valse le lunghe proteste contro l’innalzamento di una stele a Ubaldo Bellugi” : l’amministrazione comunale ha inaugurato l’opera rigettandoogni accusa di esaltazione del fascismo .
La stessa amministrazione, a distanza di qualche mese, ha accusato di fascismo, gli autori dello sputo indirizzato al sindaco e all’assessora Veronica Ravagli durante la loro visita a Firenze in occasione di un evento della Lega.
Abbiamo parlato di apologia del fascismo e di villipendio, reati per i quali la Digos ha denunciato Nicola Franzoni, autore della Marcia su Roma e al centro di una vertenza sindacale per il mancato pagamento dei contributi a dei suoi ex dipendenti. E del sequestro di un missile e di materiale ispirato al nazismo e al fascismo ad Antona. Ma abbiamo parlato anche di celebrazioni della memoria, di testimonianze della Resistenza e di pastasciutte antifasciste per festeggiare la caduta di Mussolini. Insomma, tutto si può dire, tranne che il fascismo sia un tema superato.

Più informazioni su