LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

White Carrara, arriva l’artista della prima scultura nello spazio: il programma di martedì

È il giorno di Jago, il giovane social artist italiano è il grande ospite della quarta edizione del festival diffuso

È il giorno di Jago a White Carrara Downtown. Il giovane social artist italiano è il grande ospite della quarta edizione del festival diffuso dedicato al marmo organizzato da Internazionale Marmi e Macchine Carrarafiere SpA con il patrocinio di Regione Toscana e partner istituzionali Comune di Carrara, CCIAA Massa-Carrara, Accademia di Belle Arti di Carrara, Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara e Nausicaa SpA in corso nel centro storico di Carrara fino al 26 luglio.

Jago è stato il primo artista nella storia ad inviare una scultura in marmo nello spazio. La sua opera “The First Baby”, raffigurante il feto di un bambino, è stata ospitata nella stazione spaziale internazionale sotto la custodia del capo missione Luca Parmitano. “Se vuoi che la tua scultura sia un capolavoro, il materiale che usi deve essere anch’esso un capolavoro” aveva detto parlando del marmo.

Il talentuoso artista, che si ispira agli artisti del Rinascimento spaziando dall’espressività realista della scultura alla produzione video contemporanea, è il protagonista della terza giornata del festival in programma martedì 21 luglio (alle ore 21.30) sul palco del Marble Cafè di Piazza Alberica. Per tutta la serate sulle facciate della Chiesa del Carmine, del palazzo dell’Antica Drogheria Riacci in Corso Rosselli e del Duomo di Sant’Andrea saranno videoproiettate foto e video dei suoi lavori e delle sue imprese artistiche.

La figura di Jago porta a White Carrara Downtown la freschezza di un linguaggio fortemente ancorato all’esigenza di comunicare attraverso nuovi canali capace di unire perfettamente gusto classico e contemporaneo nella continuità dell’impiego della materia marmo. Jago, vero nome Jacopo Cardillo, vanta un curriculum artistico di grandissimo livello: dalla partecipazione ad appena 24 anni alla 54esima edizione della Biennale di Venezia (Padiglione Italia) ai numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali come la Medaglia Pontificia, conferitagli dal Cardinale Ravasi in occasione del Premio delle Pontificie Accademie, Città del Vaticano nel 2010, il Premio Pio Catel nel 2015, il Premio del pubblico Arte Fiera Bologna nel 2017, il Premio Gala de l’Art di Monte Carlo nel 2013, e l’investitura come Mastro della Pietra al MarmoMacc 2017. Tra le sue opere più famose ci sono il busto in marmo dell’allora Papa Benedetto XVI (2009) per il quale nello stesso anno ha ricevuto la Medaglia Pontificia, “Habemus Hominem” (2013) realizzata dopo le dimissioni di Papa Ratzinger, a seguito delle quali Jago scolpisce nuovamente la scultura originale del 2009, rappresentando il Pontefice nudo ed il “Figlio Velato” per la città di Napoli, esposta permanentemente nel quartiere Sanità all’interno della Cappella della Chiesa di San Severo fuori le mura.

A fianco dell’arte, tantissima arte, ci saranno movimento e musica con le contaminazioni liriche di Giacomo Puccini, danza e teatro con “Motus Marmoris”, intrattenimento e cucina locale con “Il Marmo è servito!”, gallerie, botteghe e negozi aperti fino a tarda notte a richiamare visitatori ed appassionati. White Carrara Downtown non è solo un festival, è una città che vive d’arte e marmo.

Il programma di martedì 21 luglio: ore 20.00 Motus Marmoris – Omaggio a Canova presso Marble Cafè Itinerante in Piazza Alberica; ore 20.30 Motus Marmoris – Omaggio a Canova nel giardino di Palazzo Binelli; ore 21.00 – 23.00 visita notturna con danze storiche nel salone dell’Aula Magna con “L’Accademia delle Belle Arti e i suoi tesori” a cura di Daniele Canali e Scuola di Danza Ottocentesca Versilia Massa Carrara (ritrovo davanti all’Accademia); ore 21.00 Motus Marmoris – Omaggio a Canova presso Accademia delle Belle Arti; 21.30 Jago The Social Artist presso Marbe Cafè di Piazza Alberica; ore 22.00 Motus Marmoris – Omaggio presso Accademia delle Belle Arti; ore 22.00 Performance Teatrale “Boofe Koor Teatro” presenza “Duo ex Machina: telemachia prima studio” di e con Marco Ciucci e Alessio Mosti presso giardino di Palazzo Binelli; 22.30 reading poetico “Carrara nella poesia anglo-americana” a cura di Dickens Fellowship con Marzia Dati e Antonio Bertusi presso l’Accademia delle Belle Arti

Tutte le iniziative sono ad ingresso libero. Programma ed anticipazioni sono consultabili sul sito www.whitecarraradowntown.it

Le misure anti-Covid

Indossa la mascherina nei luoghi chiusi, rispetta la distanza di sicurezza di almeno 1 metro, non creare assembramenti, usa sempre il gel igienizzante all’ingresso delle mostre: sono le indicazioni in italiano ed inglese che i visitatori di White Carrara Downtown troveranno lungo il percorso espositivo. Messaggi ricorrenti che saranno ricordati attraverso cartellonistica e sticker a terra realizzata da ImmCarraraFiere Spa. IMM Carrara Fiere ricorda che rispettare le regole significa avere rispetto del prossimo.