LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Demolito l’ex distributore Erg, Persiani: «Eliminata situazione di degrado»

L'assessore Guidi: «Abbiamo inviato una diffida alla società per provvedere anche alle operazioni di bonifica e ripristino dei luoghi»

Più informazioni su

E’ terminato l’intervento di demolizione dell’ex distributore di carburante E.R.G. Petroli spa sul Lungomare, nei pressi di piazza Bad Kissingen. Un intervento fortemente voluto dall’amministrazione del sindaco Francesco Persiani che ha ripreso in mano un percorso rimasto fermo per oltre dieci anni e restituendo il giusto decoro al lungomare.

“L’attenzione dell’amministrazione è rivolta ad ogni angolo del territorio – dichiara il sindaco Francesco Persiani – ed anche se questo può essere considerato un intervento minore, era atteso da molti cittadini perché, dopo moltissimi anni, abbiamo eliminato una situazione di degrado in una zona altamente frequentata soprattutto in questo periodo”.

Tramite il settore Lavori pubblici e anche grazie al supporto del delegato di costa Marco Amorese, in circa sei mesi l’amministrazione ha riattivato il percorso, a seguito di una diffida inviata ai proprietari, la cui attività era cessata nel 2003 con la revoca delle autorizzazioni, e messo in sicurezza l’area.

Già nel 2009 era stato indicato alla società di distribuzione di carburanti di procedere alla demolizione dell’impianto ed al ripristino dello stato dei luoghi, ma la vicenda subì un incomprensibile arresto. Negli anni, la struttura si è inevitabilmente deteriorata ed era evidente lo stato di incuria pregiudizievole per la pubblica incolumità e per la sicurezza stradale, oltre che lesivo del decoro urbano e dell’interesse paesaggistico.

“Alla luce del procedimento di più di dieci anni fa, abbiamo inviato una diffida alla società per provvedere alla demolizione dell’impianto ed alle operazioni di bonifica e di ripristino dello stato dei luoghi a seguito della quale, a fine 2019, sono iniziati gli incontri tecnici” spiega l’assessore ai Lavori pubblici Marco Guidi. “Sono stati eseguiti i necessari sopralluoghi e decisi i percorsi tecnici ed amministrativi; la società, secondo le indicazioni di Arpat, ha rimosso i serbatoi di carburante e il manufatto”.

Più informazioni su