LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Centri estivi, accordo raggiunto tra Nausicaa e sindacati

Il presidente Cimino: «Finalmente forniamo una risposta alle aspettative di cuochi, accompagnatori e autisti». Soddisfazione da Cgil e Cisl

Intesa raggiunta tra sindacati e Nausicaa Spa sul trattamento degli operatori dei centri estivi. Fp Cgil e Fisascat Cisl, i due sindacati che avevano attivato lo stato di agitazione nei giorni scorsi, hanno infatti firmato l’accordo integrativo con l’azienda multiservizi del Comune di Carrara.

L’elemento più importante dell’accordo riguarda quei lavoratori come cuochi, accompagnatori e autisti, solitamente impiegati nei soli mesi di apertura delle scuole e che da tempo chiedevano all’azienda e al Comune una più ampia stabilizzazione. A questo proposito Nausicaa ha deciso di impiegare nei centri estivi queste figure sia per attività specifiche anti-covid (sanificazione, triage di accoglienza) sia per attività di animazione e vigilanza in linea con il rapporto numerico e con le figure previste dalle linee guida del Dpcm dell’11/06/2020. Per giungere a questo obiettivo sono state previste anche giornate di formazione specifiche.

«Esprimo soddisfazione per l’accordo raggiunto – commenta il presidente di Nausicaa, Luca Cimino – che finalmente fornisce una risposta alle aspettative di cuochi, accompagnatori e autisti. Allo stesso tempo ringrazio gli operatori dei centri estivi viste le ulteriori difficoltà che stanno affrontando quest’anno per l’emergenza covid e per garantire le misure anticontagio».

Soddisfazione espressa anche da Fp Cgil e Fisascat Cisl per la soluzione trovata a tutela di tutti i lavoratori dei centri estivi. Oltre alla stabilizzazione per le figure sopraccitate, infatti, l’accordo prevede il riconoscimento di un rimborso forfetario di 30 euro una tantum per tutti i lavoratori impegnati nei campus. Ai coordinatori educativi e ai responsabili dei centri, inoltre, viene riconosciuto per l’anno in corso un ulteriore rimborso forfetario di 30 euro. Per quanto riguarda, invece, la scelta dei coordinatori educativi dei centri, Nausicaa si è impegnata ad adottare una preventiva selezione dell’idoneità del personale fondata su valutazioni oggettive, che tenga conto, tra gli altri, del curriculum e del singolo percorso lavorativo.