LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Brucia sterpaglie e provoca un incendio, sanzionato un carrarese

L'episodio è avvenuto giovedì a Fontia, frazione del comune di Carrara.

Più informazioni su

Un cittadino di Carrara di 59 anni è stato sanzionato dai Carabinieri Forestali di Massa per aver provocato un incendio boschivo.
L’episodio è avvenuto giovedì. I militari durante un pattugliamento hanno avvistato del fumo proveniente dalla zona di Fontia. Una volta arrivati al punto d’origine, hanno trovato un cittadino che cercava, senza riuscirvi, di spegnere le fiamme che lui stesso aveva generato per bruciare i residui vegetali che derivavano da una operazione di ripulitura del suo terreno. L’incendio era ormai senza controllo.
Grazie al pronto intervento delle squadre antincendio le fiamme sono state limitate ad una superficie di circa 400 metri quadrati, evitando che distruggessero il vicino castagneto.
Messo in sicurezza l’incendio e svolti i necessari rilievi, i Carabinieri hanno proceduto a sanzionare il responsabile per aver violato il divieto di abbruciamento vigente nel periodo estivo ed a segnalarlo all’autorità giudiziaria per avere, con il suo comportamento imprudente, causato un incendio che in assenza di un intervento immediato avrebbe potuto avere conseguenze ben più gravi.
Quanto avvenuto, spiegano dalla stazione dei Carabinieri Forestali, “dimostra che il rischio per lo sviluppo di incendi boschivi è già elevato; si ricorda che in base alle norme statali e regionali vige il divieto di accensione di fuochi all’aperto dal 1 luglio al 31 agosto. Il divieto ha lo scopo di evitare che un comportamento imprudente possa causare gravi danni all’ambiente, come purtroppo troppo spesso succede. I trasgressori sono passibili di sanzioni amministrative (da € 240 fino ad € 2.066 nel caso di accensione in bosco) e di denuncia penale se dal fuoco si sviluppa un incendio”.

foto di repertorio

Più informazioni su