LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Farmoplant, trentadue anni fa il disastro

Il 17 luglio 1988 alle ore 6.10 si verificò la prima di due esplosioni all'interno dell'impianto "Formulati Liquidi"

Trentadue anni fa. Il 17 luglio 1988 alle ore 6:10 si verifica la prima di due esplosioni all’interno dell’impianto “Formulati Liquidi” della Farmoplant di Massa. Alle 6:15 si verifica la seconda esplosione di un serbatoio cilindrico in posizione orizzontale contenente 55.000 litri (dei quali 15.000 bruceranno) di Rogor in soluzione al 45% con cicloesanone, che provocherà l’incendio alle 6:20. Alle 8 e alle 8:30 si verificano altre due esplosioni, provocate da irraggiamento termico di accumuli di gas nei tubi dell’impianto Rogor.

Import 2020

La popolazione subisce irritazioni alle vie respiratorie, bruciori agli occhi, nausea, vomito, diarrea, allergie e varie manifestazioni alle vie aeree, al sistema neurologico e circolatorio nel periodo seguente. La nube copre un’area di circa 2 mila Km2, e provoca la fuga dei turisti e dei cittadini che possono dalla zona, arrivando a far sentire i sui effetti su tutta la provincia di Massa-Carrara e della Spezia.

Nel video che alleghiamo è possibile ascoltare e vedere come il Tg1 riportò la notizia.