LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

«Le cuoche di Nausicaa lavoreranno tutto l’anno». Uil promuove l’accordo

Il segretario provinciale della Uil Fpl, Salvadori: «Un documento integrativo con il quale abbiamo cercato di trovare una soluzione alla organizzazione dei centri estivi»

“Un accordo integrativo con Nausicaa che servirà ad affrontare al meglio l’emergenza Covid, a gestire correttamente i centri estivi e che garantirà il lavoro anche al personale con la mansione di cuoco anche nei tre mesi dell’estate invece di sospendere i relativi contratti come accadeva in passato. Insomma, un documento che migliora tutte le condizioni: per questo lo abbiamo sottoscritto per primi alla fine di giugno, rispetto alle altre organizzazioni sindacali”.

A promuovere a pieni voti l’accordo siglato con Nausicaa è il segretario provinciale della Uil Fpl, Claudio Salvadori: “Si tratta di un documento con il quale abbiamo cercato di trovare una soluzione alla organizzazione della cosiddetta ‘Estate ragazzi’, richiesta dal Comune di Carrara a Nausicaa. Una gestione più complessa a causa della pandemia e dell’emergenza Covid19 con una nuova organizzazione del lavoro in cui bisognava trovare un equilibrio tra limiti igienici, pratiche educative, laboratoriali e ludiche, andando anche a razionalizzare gli spazi. Agli stessi dipendenti si andrà a richiedere nuove mansioni durante i mesi estivi rispetto a quelle svolte durante il resto dell’anno: per esempio, autisti e accompagnatori nel triage in entrata, cuochi per le sanificazioni degli arredi e degli strumenti utilizzati”.

L’accordo va quindi a definire la gestione di tutti gli aspetti dei centri estivi legata all’emergenza Covid garantendo anche più entrate ai lavoratori: “Ovviamente le mansioni svolte avranno carattere di eccezionalità – prosegue Salvadori -. Il personale educativo potrà essere sostituito in caso di emergenza e malattia da cuochi, accompagnatori e autisti che garantiranno la sorveglianza dei bambini e solo nel giorno stesso dell’assenza mentre nei giorni successivi bisognerà provvedere alla sostituzione del personale educativo. Inoltre a tutti i lavoratori sarà riconosciuto a titolo di rimborso forfetario la somma di 30 euro onnicomprensivo per i mesi di luglio e agosto per gestire le attività e i contatti telefonici con i genitori dei bambini dei centri estivi. Infine – conclude – a tutti i lavoratori sarà data la possibilità di effettuare i test sierologici previsti dalla Regione Toscana”.

(foto: repertorio)