LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Regionali 2020, nasce "Toscana sinistra civica ecologica" a sostegno di Giani

La lista civica formata dalle esperienze di Articolo Uno, Comunità Civica Toscana e 2020aSinistra

Più informazioni su

Regionali 2020, nasce una nuova coalizione a sostegno del candidato di centrosinistra Eugenio Giani: il nome della lista è “Toscana sinistra civica ecologista”.

Nata dall’unione delle forze di Articolo Uno, Comunità Civica Toscana e 2020aSinistra, la lista, che si presenterà in tutti i collegi della regione per le elezioni 2020, si propone di portare nel futuro Consiglio regionale e al suo governo le istanze del vasto mondo della sinistra, dei territori rappresentati dalle diverse liste civiche di impronta progressista, dell’ecologismo diffuso.

La presentazione della nuova coalizione e del simbolo elettorale, si è tenuta stamattina, giovedì 16 luglio, in Piazza Mercurio, dove i rappresentanti di queste tre realtà si sono riunite sotto un unico simbolo con un progetto comune, articolato su alcuni grandi temi: come il lavoro, la sanità “che deve essere espressamente pubblica” spiega il segretario provinciale di Sinistra italiana Francesco Anselmi, l’ambiente, i diritti ma anche il turismo.

L’obiettivo primario è quello di “sconfiggere la destra, la peggiore dal dopoguerra – spiega Nicola del Nero, segretario provinciale di Articolo Uno –Durante il Covid abbiamo avuto testimonianza di cosa vuol dire avere una regione governata a sinistra, soprattutto grazie a una sanità funzionante e non privata. La Regione, quindi – ribadisce Del nero – deve rimanere a sinistra e deve essere governata da Giani”. L’ambizione di “Toscana sinistra civica ecologista” è “far tornare a votare tanti elettori di sinistra – spiegano – che negli ultimi anni non si sono presentati alle urne, ma anche quegli elettori del Pd che non trovano dei candidati che li possano rappresentare”.

Ma chi sono questi candidati? “Tre nomi su quattro ci sono già –spiega del Nero – ma ancora non vogliamo rivelarli, nel rispetto di chi si sta ancora prendendo una decisione”.

Più informazioni su