LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Albiano, arriva Salvini e partono le polemiche. Il Pd: «Sciacallaggio»

Oggi alle 15 il leader della Lega sarà con Susanna Ceccardi nei pressi del ponte crollato. I dem lunigianesi: «Nessun impegno serio da parte del Carroccio»

Matteo Salvini arriva ad Albiano Magra (Aulla, Massa-Carrara) e, puntuali come un orologio svizzero, partono le polemiche. È il Partito Democratico locale a lanciare accuse al leader della Lega che oggi, lunedì, alle 15 sarà ad Albiano per un comizio nei pressi del ponte crollato lo scorso 8 aprile. Con lui ci sarà l’eurodeputata e candidata a governatrice della Toscana, Susanna Ceccardi.

«E questa ci mancava, ma potevamo aspettarcelo visto l’avvicinarsi dell’appuntamento elettorale delle Regionali: Salvini ad Albiano a parlarci di ponte. No questo è veramente troppo» inizia così l’attacco del Pd di Aulla, Albiano-Caprigliola e della Lunigiana. «Ma noi lunigianesi siamo gente perbene e cercheremo di accogliere con un sorriso l’ennesimo tentativo di sciacallaggio del prode leader leghista. Però quando leggiamo il filotto di stupidaggini comparse oggi sui giornali per bocca di un certo Andrea Cella, amministratore del Comune di Massa, dirigente della locale Lega, nome e volto totalmente ignoti in Lunigiana, non possiamo tacere. Non possiamo tacere del nulla che ha fatto la Lega in questi tre mesi limitandosi ad una sgangherata comparsata, a 10 giorni dal crollo, da parte di qualche deputato ligure e dell’attuale candidato alla presidenza della Regione Toscana Susanna Ceccardi, fatta di qualche foto e di proclami sicuramente più utili agli interessi liguri che a quelli della comunità albianese, che hanno quindi generato confusione e perdita di tempo. Poi il nulla».

«Non si può in alcun modo metter in dubbio il ruolo dell’amministrazione comunale di Aulla – evidenziano i dem lunigianesi – amministrazione di centro sinistra, orgogliosamente a guida Pd, con un sindaco che ha l’intelligenza di dialogare e ascoltare tutti in maniera rispettosa, che ha operato in stretto e continuo contatto con la popolazione, che si è sentita sempre coinvolta, attraverso l’azione preziosa degli assessori albianesi Cipriani e Moretti e del consigliere Chiodetti, col risultato che le rampe autostradali sono oggi una certezza. Non possiamo tacere se si critica l’operato della Provincia di Massa-Carrara con il presidente Gianni Lorenzetti attivo e presente pochi minuti dopo il crollo. Non possiamo tacere se si critica l’operato della Regione Toscana: Il Consigliere Regionale Giacomo Bugliani è stato presente al fianco dell’Amministrazione dal primo minuto, il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani era ad Albiano il giorno stesso, il presidente Enrico Rossi, pur nella complessità della vicenda della nomina a commissario si è messo in gioco incontrando la popolazione oltre un mese fa, e, recependo la volontà dell’Amministrazione e dei cittadini albianesi, stoppando definitivamente l’iter del ponte provvisorio; tutto questo non ha generato, quindi, discorsi, ma risultati: i 150.000 euro di aiuti per le attività commerciali di Albiano ne sono il segno più evidente».

«E allora – conclude il Pd – invece di inutili e poco credibili comparsate, e questa è la seconda dell’onorevole Ceccardi e soci, sarebbe stato più proficuo non oggi, ma negli ultimi tre mesi, un impegno serio da parte di chi comunque siede all’interno delle istituzioni, a favore del nostro territorio. Speriamo solo che questa buffonata passi veloce, quattro fotine con un occhio alle distanze, all’uso delle mascherine e al rispetto delle regole e poi via a passi lunghi. Peraltro a Matteo Salvini, per lasciare un buon ricordo dell’ospitalità lunigianese, possiamo consigliare qualche buon ristorante dove fare pausa, visto che ultimamente appare sempre di più in debito di calorie e non solo».