LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Del Nero festeggia la serie D col Sestri Levante

Il difensore di Carrara, ex azzurro, è stato uno dei punti di forza dei "Corsari" per la promozione

Più informazioni su

E’ arrivata da due giorni la notizia che ha fatto sorridere tutti i tifosi del Sestri Levante: i “Corsari” sono stati promossi in Serie D come una delle migliori cinque seconde in classifica dei campionati di Eccellenza italiana. Un gran sospiro di sollievo per la società del presidente Risaliti che nell’anno del centenario centra il “double” coppa italia – promozione tornando subito in IV Serie Nazionale a un solo anno dalla brutta retrocessione patita ai Play – Out contro gli oro – blu dell’Arconatese.

Uno dei segreti della formazione di mister Ruvo è stato sicuramente il centrale difensivo Manuele Del Nero punto di forza di una delle retroguardie meno battute del campionato. Per il centrale di Carrara si tratta della seconda promozione consecutiva in Serie D dopo quella dell’anno scorso con il Vado F.c.

L’intervista a Del Nero da parte de “La Voce del Tigullio”

Buongiorno Manuele. È arrivata la notizia: il Sestri Levante torna in D dopo una sola stagione di “purgatorio” in Eccellenza…

“Sì per fortuna è arrivata questa sentenza. Diciamo che le cose sono andate un po’ per le lunghe, ma va bene lo così… L’importante era il passaggio di categoria e così è stato!”

Che campionato hai vissuto con i “Corsari”?

“E’ stata una annata fantastica, abbiamo faticato un pochino all’inizio anche per episodi sfavorevoli, ma devo dire che da novembre in poi abbiamo avuto una grande continuità di risultati. Giocavamo benissimo con delle idee ben chiare, oggettivamente trovo difficile trovare una squadra in Eccellenza che giocasse un calcio migliore del nostro.”

E’ arrivata così la seconda promozione consecutiva dopo quella dell’anno precedente a Vado Ligure…

“Sì, sono contento di questi due anni dove ho vinto due campionati: i sacrifici ripagano sempre, anche se ho 35 anni vincere è sempre bello vincere. L’anno scorso facevo il pendolare per i miei figli e la mia compagna e alla fine è andata bene, quest’anno è stato lo stesso togliendo molto tempo a loro e per tutti questi sacrifici sono stato ripagato e ne sono orgoglioso.”

Eppure rischiava di essere una beffa con la doppietta dell’ex Gandolfo all’ultimo minuto dell’ultima partita prima dello stop per il Coronavirus che è costata la vetta della classifica

“Assolutamente, abbiamo avuto 10′ minuti di sbandamento dove potevano mettere a rischio la promozione. Venivamo da quindici risultati utili consecutivi e sarebbe stato un peccato non essere promossi. Alla fine è stato giusto così!”

Vi siete tolti la soddisfazione di vincere anche la Coppa Italia d’Eccellenza

“Sicuramente una bella soddisfazione e secondo me, se fossimo andati avanti, avremmo vinto anche quella nazionale.”

Secondo lei come deve ripartire il calcio dilettante dopo la pandemia?

“Dovrebbe ripartire come sempre. Certo non sarà più come prima perché la gente ora ha paura, ma non vedo altra alternativa. Bisogna ripartire ed essere noi giocatori a comportarci nel modo giusto, rispettandoci a vicenda e su tutte le precauzioni del caso.”

Manuele Del Nero e Sestri Levante ancora insieme nel futuro?

“La serie D è un campionato impegnativo anche perché ho due bimbi piccoli e non vorrei togliere del tempo a loro visto che li vedo poco. Vedremo nei prossimi giorni, per adesso mi godo questo momento.”

[fonte: la Voce del Tigullio]
___________

Più informazioni su