LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

«A scuola con la mascherina ma in discoteca sembra che il covid non esista»

Più informazioni su

Riceviamo e pubblichiamo dal coordinamento provinciale di Massa-Carrara di Forza Italia Giovani.

Esami di terza media in video conferenza, esami di maturità con le mascherine, lauree in video conferenza, tutto questo per il contenimento della diffusione del Covid-19, però a quanto pare si diffonde solo negli ambienti scolastici, pare invece che nelle discoteche si possa tranquillamente fare assembramento.
Mentre il DPCM di Conte, vieta fino al 14 Luglio, l’apertura di sale da ballo e delle discoteche, nella nostra provincia questo weekend, ha aperto la nota discoteca Beach Club, si legge nelle flyer che gli ingressi saranno contingentati secondo le norme anti Covid19, che bisognerà indossare la mascherina, solo nei locali comuni e all’ingresso.
Invece pare che di mascherine, come si può notare benissimo dalle storie di Instagram, e dalle foto che circolano su Facebook, non ce ne sia nemmeno l’ombra, pare proprio che il covid non esista, assembramenti ovunque, tutti senza mascherina, e distanziamento sociale che non viene rispettato.
Alla luce di tutto ciò ci domandiamo, come sia possibile che in università non ci si può andare perché non è possibile garantire il distanziamento, che tutte le attività commerciali, per poter riaprire hanno dovuto sanificare tutto il locale, e bisogna indossare la mascherina e cercare di stare a distanza, inoltre, ci domandiamo come mai l’amministrazione Comunale di Montignoso, davanti a tutto questo, taccia, inoltre ci domandiamo su quale base la discoteca è riaperta, se al momento il DPCM lo vieta ancora, e (pare) non ci sia ancora un’ordinanza del Presidente della Regione Toscana, che indica le linee guida sulla riapertura delle discoteche.
Siamo giovani anche noi, e anche noi amiamo il divertimento, e il poter tornare al più presto alla normalità, ma allo stesso modo, troviamo tutto questo molto irrispettoso verso tutti gli studenti che non possono concludere i loro studi in maniera normale, non lo troviamo giusto verso tutte le attività commerciali e ristoranti, che per poter riaprire hanno dovuto, sanificare, acquistare gel igienizzanti, far entrare poche persone alla vota, e diminuire di botto la loro capienza di clienti, per garantire il distanziamento sociale.
Chiediamo venga fatta immediata chiarezza su quanto accaduto questo Weekend, è inammissibile che accadano queste cose e nessuno sa, o fa niente, poi però multiamo una madre che riabbraccia sua figlia dopo 4 mesi che non la vedeva.
Tutto questo è una vergogna, si faccia chiarezza.

Più informazioni su