Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Bitcoin: come leggere l’immediato post halving

Più informazioni su

Dopo mesi e mesi di trepidante attesa sui mercati, si è finalmente consumato l’evento più importante del mondo delle criptovalute: l’halving Bitcoin.

Le aspettative rispetto al terzo e penultimo dimezzamento previsto dalla celebre Altcoin erano tante, ma ad oggi la situazione non sembra volersi affatto chiarire.

Oggi la valuta viene scambiata a circa 8.500 dollari, in risalita rispetto alle ultime settimane, ma ancora molto lontano rispetto a ciò che molti si aspettavano. Dunque qual è la verità? Il bitcoin è una truffa? L’halving è stato solo un non-evento? O bisogna ancora aspettare?

Cerchiamo di capire meglio la situazione, anche grazie all’opinione su Bitcoin di alcuni importanti esperti del settore.

Halving bitcoin: cosa aspettarsi per il futuro
Senza dubbio a dominare la scena negli ultimi mesi sono state le opinioni ottimistiche rispetto all’halving. Analisti o esperti del settore come Pompliano e McAfee si sono certamente esposti molto in merito, confermando una certa sicurezza nelle loro parole.

Per McAfee la situazione non cambia, e Bitcoin raggiungerà comunque il milione di dollari entro la fine dell’anno.

La previsione, già molto particolare di per sé, risulta ancora più stravagante alla luce dei fatti, e cioè dopo settimane in cui, dopo l’halving il titolo non ha mostrato nessun segnale di trend rialzisti di un certo spessore.

Molti degli storici “hater” di Bitcoin esultano, che vedono in queste situazione la conferma delle loro antiche previsioni su questo asset, da sempre considerato da molti innaturale.

Eppure non mancano posizioni mediate tra questi due poli opposti.

Un esempio concreto è rappresentato dall’analista di Bloomberg Mike McGlone. Già qualche settimana prima dell’halving, aveva sostenuto che sarebbe stato un “non-event”, senza però disconoscere l’importanza della criptovaluta.

Per McGlone Bitcoin aumenterà di valore, ma non per mezzo dell’halving né nella maniera che in molti hanno pensato fino ad oggi.

L’opinione di McGlone si sta pian piano imponendo, tant’è che non è raro trovare sempre più analisti che si accodano ed accettano la teoria del non-event.

Molti sostengono anche che questo halving sarà un vero e proprio unicum, considerando ciò che è successo con i precedenti o ciò che si aspetta per l’ultimo.

Halving bitcoin: un futuro tutto da scrivere
Sembra che l’halving bitcoin sia stato davvero un non-evento. Tuttavia molti ancora sostengono una possibile impennata, solo con tempistiche più lente del previsto.

Insomma, nonostante l’halving sia già avvenuto, le controversie sull’argomento non accennano a placarsi, né la situazione cerca in nessun modo di rendersi chiara o comprensibile.

Come si stanno comportando gli investitori con Bitcoin? Anche tra i massimi esponenti della categoria vige una certa cautela, e non potrebbe essere altrimenti.

Qualcuno ha trovato un buon modo di investire in Bitcoin senza acquistarli, così da rimanere in una posizione sicura qualsiasi cosa succeda.

Costoro, infatti, investono con i contratti per differenza, uno strumento derivato che permette di investire speculando semplicemente sulle oscillazioni di un asset, qualsiasi esse siano.

Positivo o negativo che possa essere l’andamento di Bitcoin, con questi strumenti gli investitori potranno sempre e comunque beneficiarne, a patto di conoscere bene come muoversi.

I contratti per differenza hanno anche altre due caratteristiche di una certa rilevanza: presentano costi molto ridotti e permettono di investire attraverso la leva finanziaria.

Quest’ultimo strumento è molto utile per aumentare l’esposizione di un investimento anche se modesto, tuttavia può essere molto difficile da padroneggiare e risultare per questo anche pericoloso.

C’è, però, un buon modo per imparare ad usare la leva finanziaria senza correre rischio: gli account demo.

Si tratta di una tipologia di conto molto popolare tra coloro che non hanno esperienza sui mercati finanziari, poiché permette di investire in una simulazione in tempo reale utilizzando dei capitali virtuali.

Questo vuol dire che anche i profitti e le perdite saranno unicamente virtuali, permettendo all’utente di fare esperienza in piena sicurezza.

Più informazioni su