Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Aziende e imprese, una ripartenza tranquilla anche se permangono dubbi e incertezze

Più informazioni su

Dopo la riapertura delle aziende, Confimpresa Massa Carrara, su richiesta di molti imprenditori, ha effettuato sopralluoghi in oltre duecento aziende e piccole imprese del
territorio. Nel merito, Daniele Tarantino, presidente di Confimpresa Massa Carrara: “C’e` bisogno di consigli, di recuperare la fiducia, di riattivare un minimo di rapporto per non sentirsi soli e abbandonati. La maggior parte delle aziende hanno riaperto adottando tutte le misure previste nei protocolli sanitari preposti per il contenimento della diffusione del Covid 19 e quindi sono a posto. Ma un sguardo in più per non rischiare sanzioni non guasta”.

E aggiunge: “Voglio ringraziare gli organi di controllo che hanno agito bene nel nostro territorio, in maniera comprensiva, vista la situazione. Laddove sono state riscontrate lievi anomalie, c’e` stato un invito a regolarizzare e porre rimedi. Non sono state emesse sanzioni e questo e` un dato importante. Confimpresa lo aveva chiesto insieme ad altre associazioni e ringraziamo a nome di tutti i nostri associati. Ovviamente, le anomalie riscontrate sono state
superate”. Ma i problemi non mancano. “Il distanziamento sociale nella ristorazione e nel turismo è sicuramente il problema piu` sentito – spiega il presidente di Confimpresa – Non e` cosi` semplice, visto che si lavora su prenotazione e il gestore deve fare una serie di domande e rilevare alcuni dati.” Che dire? “Tante aziende, al momento, reggono – dice Tarantino – Il dubbio e` per i prossimi mesi, quando arriveranno da pagare le somme arretrate e le tasse che durante l’emergenza sanitaria sono state sospese. Abbiamo un’emergenza economica che non possiamo non considerare e nemmeno e` possibile lasciare i titolari della piccola e media impresa abbandonati a loro stessi. Serve liquidita`, servono aiuti concreti adesso e nel tempo”.

Poi ci sono settori molto penalizzati, quali il turismo: “Nel turismo le porte si stanno aprendo adesso – afferma – con il mese di giugno, con tutti i rischi derivati dal ritardo del movimento turistico. Le prenotazioni per giugno scarseggiano, vediamo come andra` per luglio e agosto. Si affronta un’estate nell’incertezza. La gente si muove poco per paura del virus, che ancora
circola. Come Confimpresa – conclude Tarantino – stiamo chiedendo di tutelare le imprese e le aziende pensando anche ai mesi futuri, che saranno complicati per il nostro territorio”.

Più informazioni su