LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Ad Aulla e Pontremoli tornano i mercati (al completo)

Sabato 23 maggio nelle due città lunigianesi torna l'appuntamento settimanale interrotto con l'inizio dell'emergenza coronavirus. Ecco come saranno organizzati

Dopo due mesi di stop è pronto a ripartire, dalla mattinata di sabato 23 maggio e nelle tradizionali giornate del mercoledì e del sabato, il mercato comunale, «in una veste – commenta l’amministrazione – fresca e rinnovata per quel che riguarda le postazioni. Il tutto ovviamente avverrà nel pieno rispetto delle limitazioni dettate dalla normativa attuale mirata a contenere la diffusione del virus covid19».

Il nuovo modello organizzativo prevede una suddivisione per genere degli articoli in vendita: piazza Duomo sarà dedicata esclusivamente al mercato agricolo, mentre in piazza della Repubblica saranno dislocati i banchi alimentari, di fiori e piante e di macchine agricole. Piazza Italia infine, sarà riservata all’abbigliamento, alle calzature e ai prodotti per la casa.
L’amministrazione Comunale ci tiene a sottolineare come rimangano vietati gli assembramenti e chiede quindi alla popolazione di rispettare spazi e distanze per permettere il regolare svolgimento delle iniziative.

VIA ANCHE AD AULLA
«L’amministrazione di Aulla – è l’annuncio del Comune – con il preziosissimo aiuto degli uffici comunali, delle associazioni di categoria e degli ambulanti, è subito pronta, in linea con i tempi della riapertura dettati dal nuovo decreto, a ritornare alla normalità, seppur nel rispetto delle misure di sicurezza anti Covid-19. Per ripartire, infatti, sarà necessaria la collaborazione di tutti i cittadini, che si dovranno attenere in modo scrupoloso alle norme. Per accedere al mercato sarà obbligatorio indossare la mascherina, ed è fatto divieto assoluto di toccare la merce sui banchi a chi non indossa i guanti. Il ritorno al “sabato mattina di sempre”, così tanto atteso da tutti, specialmente dai commercianti, deve essere, però, responsabile. Torniamo a comprare ad Aulla, facciamolo responsabilmente!».