LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Carrarese, scorciatoia per la serie B?

La serie cadetta potrebbe passare, secondo il progetto preso in esame, ad un format con due gironi da 20 squadre

Più informazioni su

Rivoluzione in serie B e in serie C. Vista la grave crisi dettata dal Coronavirus, il calcio italiano per ridare sostenibilità al movimento starebbe pensando di ridurre il numero dei club professionistici da 100 a 60. Stando a quanto rivelato dagli studi di Sportitalia, la serie A rimarrebbe a venti squadre, mentre la B sarebbe così divisa in ben due gironi.

“La Serie B potrebbe passare, secondo il progetto preso in esame, ad un format con due gironi da 20 squadre nei quali sarebbero presenti le società dell’attuale Serie B più altrettante della Serie C (Monza, Reggina, Vicenza e altre i cui criteri di selezione sono ancora da capire). Questa serie avrebbe il vantaggio di percepire la mutualità sia dell’attuale Serie B sia quella della C – riporta Tuttomercatoweb.com – La terza serie, infine, sarebbe composta dalle restanti 40 società dell’attuale Serie C più 20 società di Serie D fra le quali ci saranno le vincitrici dei vari gironi della stagione 2019/2020 più altre ancora da selezionare secondo modalità precise. Questa serie sarà, di fatto, un campionato non professionistico, con le società che non saranno più a scopo di lucro”.

Più informazioni su