LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Ose, infanzia e disabilità, Italia Viva attacca l’amministrazione De Pasquale

Più informazioni su

Italia Viva interviene sulle Ose e sui servizi all’infanzia e alla disabilita e invita il Movimento 5 stelle a tornate ai meet-up o agli streaming “per evitare la deriva e rischiare di trascinare nel pantano anche quel po’ di dignità politica che è rimasta loro” scrive in una nota Fabrizio Volpi.

“Il sostituire alla democrazia rappresentativa una sedicente democrazia diretta, in realtà è successo anche nella nostra amministrazione da quando questi stanno governando” aggiunge Volpi. Hanno praticato, secondo Italia Viva, la democrazia “diretta dall’alto”, “ossia da un gruppo di manovratori neanche troppo occulti, che ha portato alla completa anarchia il Movimento 5 stelle nel giro di pochi anni e che ha rivelato la sua vera natura per mancanza di principi – spiega Italia Viva – Dotati peraltro di un sindaco solo ripetitore delle parole di altri con la riserva di non discostarsi dal suo ruolo di facciata”.

“Al Comune di Massa invece a sorpresa ed in contrapposizione netta con i 5 stelle nostrani, il consigliere Paolo Menchini preso da un soprassalto di responsabilità, ha dovuto rendersi conto ed illustrane i contenuti salienti della situazione Ose nella Giunta Persiani – continua Italia Viva – Con la chiusura delle scuole primarie, dell’infanzia e degli asili nido molti operatori socio educativi assunti dalle cooperative vincitrici dei bandi per la fornitura del servizio rischiano di fatto di perdere lo stipendio prima e il lavoro, sostiene il pentastellato Menchini. Abbiamo pertanto chiesto al Sindaco Persiani di tutelare le persone fragili e l’occupazione sociale garantendo le prestazioni che erano in essere al momento della dichiarazione dell’emergenza Covid-19.Riteniamo infatti possibile – aggiunge Volpi – che anche in questa fase di sospensione dei servizi educativi e scolastici si possa riorganizzare le attività con l’obiettivo di assicurare un sostegno concreto alle famiglie, ben detto ed è esattamente quello che ha sempre sostenuto Italia Viva”.

Italia Viva Carrara chiede: “una telefonata ai confratelli dell’amministrazione 5 Stelle di Carrara, no? Il tempo ha dimostrato il vero volto di costoro: improvvisati ed incapaci. I 5 Stelle a Massa hanno strumentalizzato la situazione delle Ose contro il sindaco Persiani, mentre a Carrara siccome hanno il potere per farlo, hanno messo in Cassa Integrazione cuoche pullministi e operatori socio educativi senza battere ciglio. Per non parlare del diniego ad aprire i Centri estivi che andrebbero a raggiungere due obbiettivi sostanziali – continuano – impegnare il personale di Nausicaa e garantire loro un reddito e nello stesso tempo aiutare le famiglie al sostegno ed alla cura dei minori e dei disabili”.

Italia Viva invita quindi l’egregio vicesindaco Matteo Martinelli, il sindaco Francesco de Pasquale, il Presidente di Nausicaa Luca Cimino, prendendo tutte le precauzioni del caso cioè guanti e mascherina, a fare una bella chiacchierata con il consigliere 5 Stelle di Massa Paolo Menchini per confrontarsi sul tema. “Magari avrebbero potuto attivare un meet-up – conclude italia Viva – uno streaming una videoconferenza o anche una semplice telefonata non so che altro, pur di evitare queste figuracce, ma l’arroganza impera”.

Più informazioni su