LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Romagnano, Alberti: "Una stagione più che positiva"

Finale di Coppa e primato in campionato, una doppia opportunita per far tornare la società amaranto in Prima Categoria che rischia di svanire quando mancano sole sei gare al traguardo

Più informazioni su

    Con l’ultimo decreto il governo ha deciso che gli allenamenti di gruppo potranno ripartire dal 18 maggio, ma per la ripresa dei campionati gli organi federali non si sono ancora pronunciati, e ogni giorno di silenzio in più fa aumentare il pessimismo sulla possibilità di terminare la stagione regolarmente. Chi spera di portare a termine il proprio torneo è sicuramente il Romagnano di mister Paolo Alberti, in finale di Coppa Toscana e in testa al campionato, una doppia opportunita per far tornare la società amaranto in Prima Categoria che rischia di svanire quando mancano sole sei gare al traguardo.

    Alberti una stagione stellare per il Romagnano, vi siete fermati da primi in classifica e in finale di Coppa. Come si vive una situazione del genere quando si è in testa al campionato? “Io non so se si riuscirà a portare a termine questa stagione, ne sarei felice, mi piacerebbe giocare le ultime 6 giornate e andare a giocarci la Finale di Coppa a Firenze, anche perchè vorrebbe dire essere finalmente fuori da questo incubo. Invece, purtroppo, poco distante da noi ci sono tante persone che hanno perso la vita, altre che piangono la perdita dei propri cari resa ancor piu difficile per non aver avuto la possibilità, in un momento così delicato, di stargli vicino dandogli il giusto sostegno e addirittura private di dar loro l’ultimo saluto. A tutte queste persone va un mio caloroso abbraccio dal più profondo del cuore e anche a tutte quelle persone che ogni giorno mettono a rischio la propria vita per aiutare chi in questo momento si trova in grossa difficoltà.”

    Come fare a tenere alta la concentrazione dopo tutto questo tempo di stop? Stai facendo smart-training con la squadra? “In questo periodo così complicato noi ci stiamo allenando individualmente tramite dei video-allenamenti e per questo devo ringraziare una grande persona che è con me da “soli” 15 anni Tommy Coletti che oltre ad essere un valore aggiunto per la squadra lo è altrettanto per me e il mio Staff e grazie al suo aiuto, visto che essendo lui laureato con 110 e lode in scienze motorie, possiamo arrivare fino ai più piccoli dettagli.”

    Senti la mancanza delle partite? “Più che delle partite sento proprio la mancanza dello stare insieme ai miei ragazzi durante la settimana, l’allenamento, il prendersi in giro e le “cazzate” da spogliatoio. Quello mi manca veramente tanto.”

    Un voto al Romagnano 2019/2020… “Posso dirti che lo stop forzato è arrivato nel nostro momento migliore, avevamo appena conquistato con una grande prestazione l’accesso alla finale di Coppa vincendo contro il Fonteblanda, squadra prima nel proprio girone e imbattuta fuori casa fino a quel momento. La Coppa è una competizione molto difficile, sono ben 192 squadre ma solo 2 arrivano in fondo, non ti permette errori, basta una disattenzione e sei fuori, dove le più delle volte si ha un solo risultato perché con il pareggio nei 120′ si è eliminati. Il Campionato invece ti permette di recuperare a qualche battuta d’arresto. Proprio in questa competizione ci accingevamo ad affrontare la prima delle ultime 6 battaglie per difendere il nostro primato. Quindi possiamo dire che fino alla sosta forzata sia stata una stagione più che positiva.

    Per questo voglio ringraziare in anticipo la Societa che nonostante “problematiche esterne” ha cercato di non farci mancare nulla, il mio Staff che oltre ad essere un gruppo di amici è sempre disponibile e condivide con me la grande passione per questo sport, ma un immenso grazie va ai veri protagonisti i miei ragazzi, un magnifico gruppo di amici che fa enormi sacrifici riuscendo ogni giorno ad allenarsi al massimo delle proprie forze e a sopportarmi dopo 8 ore di lavoro o altri impegni sotto l’acqua e al freddo. Per questo non smetterò mai di ringraziarli.

    Un saluto poi a tutte le società e visto che per ovvi motivi non ci possiamo vedere e festeggiare colgo l’occasione per salutare i ragazzi ex Tirrenia con i quali proprio in questi giorni 3 anni fa contro ogni pronostico vincemmò il Campionato, sfiorando addirittura il Double (Coppa-Campionato), perdemmo la finale contro il Tau.”

    Più informazioni su